Il CEO di Blockchain parla della rimozione dell’app da parte di Apple



Solo ieri vi abbiamo parlato della rimozione di Blockchain, app per gestire i conti bitcoin, da App Store, e oggi è lo stesso CEO Nicholas Cary a parlarne alla CNBC. Secondo lui, Apple ha rimosso l’applicazione perché starebbe pensando di introdurre sul mercato un servizio competitivo di gestione dei conti. “Bitcoin”, afferma Cary, “rappresenta una minaccia considerevole a qualsiasi dei modelli di gestione dei guadagni che Apple potrebbe pensare di introdurre. Qualsiasi cosa loro facciano con le carte di credito non sarà innovativo. Bitcoin invece lo è”.

Nonostante il CEO sia chiaramente piuttosto infastidito dalla rimozione della sua app, sostiene di non avere alcuna intenzione di citare Apple in giudizio. “Sarebbe un’azione non necessaria”, dice, sostenendo di preferire continuare ad innovare per rendere bitcoin una moneta corrente sul web.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest