Il check-up del computer in 13 passi : passo 6



Buona parte delle anomalie meno gravi sono segnalate dei messaggi che il Bios mostra alla accensione. La situazione più comune si verifica quando dopo aver cambiato l’hard disk, il Bios si concede di controllare le periferiche o quando si richiama il setup cmos: è l’effetto della limitazione di capacità causata da una versione del protocollo troppo vecchia. Smontare e  ricollegare l’hard disk, aggiornare il Bios con una versione recente scaricata dal sito di supporto Web del costruttore del Pc o scheda madre, e riavviare l’hard disk.

 Se il nuovo Bios non è disponibile oppure non risolve il problema, il nuovo hard disk non va collegato direttamente al pettine della scheda madre ma a una scheda controller per bus PC con chip Bios autonomo. Lo stesso problema può verificarsi quando si sostituisce il Bios originale da scheda madre con un Bios più vecchio o di altro costruttore. I messaggi del Bios segnalano anche le anomalie del bus.

 La difficoltà più comune è l’indicazione che il cavo dati non è del tipo a 80 conduttori. Perché non riconosce la presenza di un cavo adatto innestato nel pettine corrispondente. Sostituire il cavo con questo modello per risolvere il problema, oppure controllare il verso di inserimento dei connettore e calarli come descritto nel passo tre. Quando il Bios segnala la possibile perdita di dati a causa di un errore rilevato dal circuito, significa che l’hard disk ha fallito la propria autodiagnosi interna: sostituirlo appena possibile. Se la quantità di memoria indicata nel conteggio del Bios non corrisponde sempre a quella realmente presente, e a volte il PC si ferma per segnalare questa variazione di configurazione, significa che i contatti di uno o più modelli ram sono incerti, i parametri impostati nel settaggio del Bios sono sbagliati, o i moduli sono inseriti negli zoccoli in una sequenza scorretta. Allora spegnere il Pc, e staccare tutti moduli RAM e pulire il loro pettine di contatti su entrambi i lati usando una gomma da cancellare. Consultare il manuale della scheda madre per verificare la corretta sequenza di inserimento dei moduli, e reinserirli. Normalmente quando restano zoccoli vuoti sulla scheda madre è importante inserire i moduli partendo dallo zoccolo marchiato con il 1, dove va inserito il modulo di capacità maggiore.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest