Il Chipset AMD 790GX



790gx-1.jpgA livello di architettura questi non aggiunge novità sostanziali a quanto già offerto dall’attuale linea di chip set AMD. Questo modello può essere infatti considerato un’evoluzione della versione 70080G, dalla quale differisce principalmente per un incremento della frequenza di clock del sottosistema grafico: si passa infatti da 500 MHz a 700 MHz e all’introduzione della nomenclatura Radeon HD3300.

Nessuna modifica a livello di silicio per questa versione del chip set che conta 205 milioni di transistor prodotti utilizzando il processo produttivo a 55 nm di Tsmc. L’architettura a due componenti è rimasta invariata:il northbridge integra i link HyperTransport per il processore e 26 linee Pci Express 2.0 delle quali 16 sono dedicate alla realizzazione di un singolo canale X16 o di due canali X8 per la grafica. Delle 10 linee Pc rimanenti,6 sono utilizzate per le periferiche con connessione pci express X1, mentre quanto resta sarà riservato alla realizzazione dell’interfaccia A-link express II che serve al collegamento con il southbridge SB750. Amd consiglia caldamente a tutti i produttori di sfruttare l’interfaccia sideport della gpu integrata per affiancare un banco di memoria dedicata al comparto grafico. Questa possibilità era già presente anche nelle generazione precedente, ma pochi produttori avevano svuotato quest’opzione.

L’interfaccia a 16 bit permette di utilizzare memoria Ddr2 o Ddr3 come una cache ad alte prestazioni , implementata dalla maggior parte dei produttori,consisterà di un modulo di memoria Ddr3 da 128 Mbyte .Stando alle dichiarazioni di AMD l’utilizzo di questa cache è in grado di aumentare del 5% le prestazioni del sistema quando si appoggia la grafica integrata sia per applicazioni tradìzionali sia per le funzioni di decodifica video. Al pari del chipset 780GX, la versione 790DX , implementa la tecnologia UVD2.0 che consiste in un motore capace di accelerare la decodifica di contenuti in alta definizione. Se si utilizza un processore di classe Phenom i driver abilitano anche la funzionalità di de- interfacciamento avanzata. Per quanto riguarda la trasmissione del segnale audio sull’alta definizione, sono supportati due canali.L’altra novità introdotta da questo chipset è il southbridge SB750, ovvero un aggiornamento della versione precedente.

Questo componente supporta sei connessioni Serial Ata II con la possibilità di riservarne due per collegamenti a unità eSataII.Ssenza dubbio la novità più importante introdotta è  l’interfaccia denominata Advanced Clock Calibration che consiste in un canale diretto a sei pin tra il southbridge e il socket AM2+ del processore. Sebbene la casa produttrice non abbia voluto rilasciare informazioni approfondite,questa nuova funzionalità promette di poter incrementare la frequenza dei processori rispetto alle normali condizioni.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest