Il cloud-computing e l’inquinamento



La nuvola digitale dove salvare i propri dati per potervi accedere da qualunque postazione è… grigia. GreenPeace non ha mai dimostrato grande apprezzamento per la novità del cloud-computing, ritenuta molto dispendiosa di energia elettrica e causa di massiccio impiego di fonti di energia esauribili.

Con ciò, l’azienda ha evidenziato come, tra le realtà del cloud-computing, le più “verdi” siano DellGoogle e Yahoo!, che utilizzano in grande numero le energie rinnovabili per alimentare i data-center che reggono i servizi di cloud-computing.

Il giudizio rimane negativo per aziende del calibro di Amazon, AppleMicrosoft ed IBM, che alimentano i loro data-center con fonti di energia altamente nocive e pericolose per l’ambiente.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest