Il computer più vecchio del mondo funziona. The Witch



Harwell, il computer più vecchio al mondo, è tornato in vita. La realizzazione di questo mastodonte del calcolo (pesa 2.2 tonnellate ed ingombra un’intera stanza) fu terminata nel 1949 e da allora questo computer ha aiutato nei loro complessi calcoli matematici gli scienziati dell’Istituto per la Ricerca sull’energia atomica di Harwell.

Dopo alcuni anni di intenso uso (80 ore a settimana) ed a causa della sua obsolescenza, venne donato al Wolverhampton and Staffordshire Technical College (da qui la sigla “Witch“) a scopo didattico. Qui l’uso è stato più duraturo e solo negli anni 70 Harwell è stato definitivamente dismesso e donato al museo di Birmingham dove è stato esposto a confronto con “Colossus” primo esemplare di elaboratore semi-programmabile. Ebbene, nel 2009, è iniziato il restauro di questo calcolatore ad opera del team “TNMOC“: dopo 3 anni di impegno su componenti obsolete (come nastri traforati, relè e valvole), Harwell è tornato a far di conto, ma con i suoi tempi. Una moltiplicazione tra 2 numeri impiega 10 secondi, una divisione ne porta via ben 15.

Video:

http://www.youtube.com/watch?v=HnuzhQ53_L8

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest