Il futuro di Apple in borsa dopo avere vinto la causa



Giunge al termine la lunga battaglia legale tra l’azienda americana Apple e quella coreana Samsung. Il processo, celebratosi nel tribunale di San Josè (California, USA), si è concluso con una vittoria per il colosso di Cupertino. A Samsung è stata contestata la violazione di ben sei brevetti Apple, di cui almeno tre infranti volontariamente. Non è stata invece rilevata una violazione dei diritti sul design dell’iPad nei tablet Samsung Galaxy Tab.

L’azienda coreana deve ad Apple la somma di 1.05 miliardi di dollari. Anche se la casa di Cupertino aveva richiesto ben 2.5 miliardi di dollari, gli avvocati di Apple si sono dimostrati soddisfatti del verdetto. Si mette quindi fine anche alla tensione che negli ultimi tempi si è instaurata in aula e che si è inasprita soprattutto dopo la pronuncia della frase “fumate crack?” da parte del giudice nei confronti degli avvocati del colosso di Cupertino.

Per Apple questa vittoria arriva in un periodo di generale benessere economico: infatti l’azienda di Cupertino ha recentemente raggiunto la quota più alta di valore delle sue azioni in borsa e la vittoria legale potrebbe alimentare ancora di più questa situazione economica per l’azienda di Cupertino. Per finire, l’attesa che generano l’iPhone 5 ed il mini-iPad negli utenti è un ulteriore elemento che vede l’azienda di Cupertino ad essere destinata ad avere una proliferazione economica duratura.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest