Il futuro di Atom si chiama Moorestown



Diffusi maggiori dettagli su quello che sarà il futuro di questa piattaforma Atom:all’attuale Menlow subentrerà in un non meglio specificato 2009/2010 Moorestown. La peculiarità di Lincroft sarà quella di essere un Soc o System-on-a-Chip: ovvero integra in un solo componente controller di memoria, motore grafico. Da notare che, oltre al motore grafico, integrerà  le funzioni di video decode e video encode. Non tutte delle funzioni di I/O Langwell sono state rese note, ma Intel ha sottolineato come il controller del disco sarà appositamente progettato e  ottimizzato per la gestione di unità di tipo Ssd.

 

Infine il terzo componente della piattaforma il chip Evans peak di interconnessione: altamente scalabile può includere le funzioni wireless, il GPS, Bluetooth,3G anche di mobile e tv. Dal punto di vista del processo produttivo anche Moorestown, come l’attuale Menlow, sarà costruito a 45 nm e grazie alla sua liberazione ed ai bassi consumi sarà possibile integrare Atom nei cellulari e prossima generazione. Alla domanda sarà presente in un futuro iPhone? la risposta è stata un forse che letto tra le righe lasciano intendere sì, ci sono tutti i presupposti. Il suo successore è ancora avvolto nella nebbia, si sa solamente che sarà una piattaforma a 32 nm e che molto probabilmente vedrà la luce non prima del 2012 .

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest