Il marchio di Google Play in un dominio giapponese: scatta la denuncia



Recentemente l’azienda americana Google ha riunito l’Android Market insieme ad altri servizi al fine di semplificare il parco prodotti offerto, in un’unica comoda soluzione per scaricare applicazioni, musica, video e libri (attualmente in Italia, per questioni legali, è possibile solo scaricare applicazioni, di fatto in Italia si ha accesso solamente allo stesso parco servizi offerto da Android Market). Il nuovo negozio, alternativo ad Apple iTunes, si chiama Google Play e sta attirando di giorno in giorno sempre più interesse.

 

 

Ma la nascita di Google Play non è solo rose e fiori: infatti, è emersa la presenza di un dominio giapponese googleplay.com, che può costituire un problema per Google, che ha scelto il nome del nuovo negozio senza valutare la presenza di questo dominio. Google rischia così di perdere utenti che si recano per errore su googleplay.com.

 

La mossa di Google è stata decisa. E’ vero che l’azienda di Mountain View non ha prestato attenzione prima di dare il nome al nuovo negozio, e non ha quindi tenuto conto del dominio giapponese, ma è anche vero che, in un modo o nell’altro, nel dominio vi è la parola google, ovvero un marchio registrato. Questo è stato un motivo sufficiente per l’azienda, che ha sporto denuncia alla National Arbitration Forum richiedendo il sequestro del dominio.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest