Il Popolo della Rete ed Alex Schwazer



Twitter è in subbuglio, dopo la comparsa dell’ hashtag   #Schwazer. Gli utenti si sono scatenati soprattutto con frasi e giudizi di profonda condanna, del tutto comprensibili, anche se forse poco condivisibili nei toni. Alex ha commesso l’unico errore davvero imperdonabile per un atleta: ha ingannato chi credeva in lui e, soprattutto, se stesso.

 

 

Il doping è una piaga ancora diffusa, pericolosa per la propria salute, poiché si può compromettere seriamente la propria condizione psico-fisica,  e per quella della collettività, poiché va a minare il messaggio positivo di onestà e pulizia che dovrebbe ammantare lo sport. «Se davvero Alex Schwazer è positivo all’antidoping, si merita di correre tutta la vita inseguito dalla vergogna», scrive amareggiato un utente di Twitter  (fonte: ilcecoloxix.it), e questa frase è emblematica. Triste e doloroso vedere un ragazzo giovane cedere così pesantemente alle proprie paure, soccombendo ad esse anziché affrontarle per diventare più forte.

 

Non vedremo più Alex sorridere pubblicizzando un noto dolce, e tantomeno stringere una medaglia tra le mani. Il lato più amaro è dato dall’evidenza che ora non sapremo mai quanto sincero fosse l’aspetto pulito di un atleta che verrà ricordato per i propri sbagli.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest