Il portale video Veoh si avvia alla bancarotta



Veoh era uno dei più noti portali per lo streaming video e adesso è costretto a chiudere i battenti. Veoh da anni era sull’onda di un successo, trainato anche dalla presenza di materiale come serie tv, che lo aveva reso uno dei pochi stabili concorrenti al solito YouTube.

Ebbene, stavolta se a pensarci non sono stati i debiti, a riuscirci sono state le major, in particolare la Universal, che ha portato in tribunale i titolari della società accusandoli di lucrare sul del materiale coperto da copyright della Universal per l’appunto.
E se anche il giudice sembra esser riuscito a salvare dai guai legali la società (anche se si attende un appello) dichiarandola non colpevole, a stroncarla è stato il pesante indebitamento per le spese legali, più la consapevolezza che quello appena passato sarebbe quasi sicuramente ricapitato tante altre volte.


Infatti se già la Universal era sicura a chiedere l’appello, e poi il terzo grado, c’era anche la possibilità che anche le altre major entrassero a gamba tesa contro la società di streaming. E la società non è abbastanza ricca da potersi permettere tutte queste spese.

Già da tempo aveva avviato le procedure di licenziamento di molti operai, ma adesso sono state avviate procedure ben peggiori, quelle di bancarotta controllata da parte dello stato.

Una scelta “dolorosa” per l’utenza web, Veoh era un ottimo sito da cui attingere materiale di tutti generi, io personalmente ricordo di averci visto diverse serie tv, forse è stato proprio questo il suo problema, il non aver impedito che tale materiale potesse circolare al suo interno, come però accade anche a YouTube e non solo.

Comunque sia non ci resta che salutare per l’ultima volta il portale…

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest