Il sito della Casa Bianca è un banalissimo CMS, ovvero Drupal!



white_house_casa_bianca

Pazzesco, secondo alcuni, che un sito di carattere istituzionale così importante, come quello della Casa Bianca appunto, sia un comunissimo CMS con codice noto a tutto il mondo degli sviluppatori!

Ora, un progetto open source di primo piano come Drupal merita davvero considerazione. Ma davvero non era il caso di scrivere un codice protetto per il sito della Casa Bianca? Va bene che siamo nell’ era del risparmio… però!

Però… la sicurezza innanzi tutto! In effetti l’ amministrazione Obama afferma che se prima era un ristretto staff di programmatori e sviluppatori che compiva imprese epiche nel cercare falle e bug nel sito, ora invece un’intera community è impegnata nello sviluppo della sicurezza con un certo spirito web-patriottico!

Il sito della Casa Bianca non appare tuttavia così radicalmente cambiato… in effetti il design e l’ impaginazione sono identici alla vecchia versione. Sono cambiate del tutto le fondamenta del sito e il content management system di cui prima ho parlato.

Insomma, immaginate una casa in restauro dove la facciata e le mura esterne vengono lasciate intatte mentre l’ interno e le fondamente vengono totalmente scombussolate! Risultato? Giudicate voi, visitando il sito della Casa Bianca!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • In effetti esteticamente non è poi tanto brutto!

  • gianluca

    be non mi sembra proprio banalissimo,
    comunque era ora che venisse fatto un scelta coraggiosa verso l’open source, è un gesto veramente apprezzabile.
    Sarebbe ora che anche le amministrazioni comunali italiane ci dessero un bel taglio ai costi per licenze di software proprietari e spese varie passando all’open source magari assumendo qualche giovane che ne sa parecchio al riguardo (seriamente formato non intendo uno smanettone).

    Insomma si risparmierebbero decisamente molti soldi…è non è certo a discapito della sicurezza alcuni sistemi gratuiti seri sono molto più sicuri, affidabili e personalizzabili di windows.

  • esteticamente è efficace.

    la scelta coraggiosa verso l’ open source può essere condivisibile se si tirano in ballo voci di bilancio ma un pò meno se si tiene conto della sicurezza del maggiore sito governativo americano…

    e poi, la squadra di programmatori al soldo della casa bianca, se prima doveva lavorare su un sito nuovo con codice segreto ora invece deve trovare le falle di Drupal… che cambia? La paga sempre quella è! :)

Pinterest