Il software libero continua a diffondersi: a Brindisi, incontro con esperti



In passato ho trattato della diffusione del software libero in Italia (qui e qui), soprattutto per l’uso nell’ambito della pubblica amministrazione e dell’istruzione. A Torino si è svolto il convegno Eole, mentre a Trento è stato presentato un disegno di legge riguardante l’adozione del software libero per scopi amministrativi. In Italia continua la diffusione della cultura del software libero. Ultimamente si sono svolti altri eventi aventi come tema quello del mondo open-source e della libertà di potere utilizzare programmi senza alcun limite.

OpenMind – la kermesse annuale sul software libero, organizzata a fine ottobre nel comune di San Giorgio a Cremano.

LinuxDay – in Italia si è celebrato il decimo anniversario del software libero, il 22 ottobre. In molte città, si sono tenuti convegni, seminari e vari eventi aventi come tema quello dei programmi open-source.

Recentemente, è stata divulgata anche un’iniziativa promossa a Brindisi tra i giovani dell’Italia dei Valori: questi, infatti, hanno incontrato ieri degli esperti. L’obiettivo dell’incontro era quello di presentare il software libero e il sistema operativo Linux. Le speranze manifestate sono quelle di ottenere una maggiore diffusione dei programmi open-source nelle scuole, nelle Pubbliche Amministrazioni e nelle società.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest