Impariamo Photoshop partendo da 0



E’ il più famoso programma di fotoritocco, è versatile, potente, e pieno di risorse. Photoshop con ogni edizione non finisce mai di stupirci.
E’ un programma abbastanza semplice, ma al contempo ci permettere di ottenere grandi prestazioni. Basti sapere che lo usano i professionisti, Ne nomino uno a me caro e caro al mondo del fumetto: Dave McKean, creatore delle copertine del fumetto Sandman. Provare a guardare le sue opere per osservare le grandi capacità di questo programma.
Non vi farò diventare bravi come lui, questo è certo, non vi insegnerò neanche tutti i trucchi del mestiere. Ma di sicuro vi darò delle buone basi e anche qualcosa in più.
Bene dopo aver installato il nostro programma (ogni riferimento è stato fatto su photoshop cs) nuovo di pacca lo facciamo partire.
Clickiamo su file e poi su nuovo, oppure digitiamo Ctrl+N (d’ora in poi metterò le scorciatoie tra parentesi).
Ci apparirà una finestra, qua inseriremo per prima cosa il nome del documento, per esempio “Prova”, di seguito potremo decidere la grandezza dell’immagine da creare. Se per esempio vogliamo farci un bello sfondo per il nostro computer 1024 X 768 Pixel scriviamo 1024 X 768. Io però consiglio sempre di partire da immagini più grandi per lavorare, e poi salvarle nelle dimensioni volute in seguito. In questo modo spariranno, o saranno attenuati eventuali difetti. Quindi per fare uno sfondo 1024 X 768 inseriamo 1640 X 1024.


Come risoluzione possiamo lasciare quella predefinita. Ricordiamo che più sarà alta la risoluzione più l’immagine sarà pesante. Sarà comunque possibile diminuire la risoluzione in seguito!
Inseriamo Colore Rgb sulla metodologia di colorazione. Sarà quella che useremo più spesso, con una buonissima qualità!
Sfondo, mettiamo bianco, ma come potete vedere c’é anche sfondo trasparente, ottimo per quando dovete incollare le vostre immagini da qualche parte, ma non volete una sovrapposizione di sfondi!
Diamo L’ok, ed ecco la nostra splendida pagina bianca.
Possiamo adesso iniziare ad esplorare tutti i comandi.
Io dico sempre, per sapere come funziona bisogna provare. E credo sia una regola valida per tutto il mondo del computer.
Quindi vi darò le indicazioni principali in modo da farvi orientare agevolmente, ma starà a voi “pastrocchiare” e scoprire combinazioni ed effetti.
A sinistra dovremmo trovare un pannello pieno di icone. Lasciandoci sopra il puntatore dovrebbe comparire il loro nome, che ovviamente indica la loro funzione. Troveremo quindi Strumento pennello, strumento pennello storia, timbro clone, strumento sfoca, Taglierina, Bacchetta magica, e altri ancora…insomma provate e scoprite cosa fanno è la maniera più veloce per imparare e per ricordarsi.
Il pennarello, udite udite, ci servirà per colorare, la taglierina, ci servirà per ritagliare, la bacchetta magica per?…servirà per prelevare le immagini, vi anticipo un contenuto succolento. Per esempio, voi avete trovato in internet una bella immagine di una rosa rossa, e la volete mettere come sfondo. Bene la bacchetta magica riuscirà a prelevare l’imagine della rosa (e solo la rosa non tutta la parte sottostante ) e ad appiccicarla sul vostro sfondo…continuate a leggere per capire meglio e per riuscire a farlo.
Dopo che avrete pasticciato, avrete scoperto che alcuni comandi non funzionano…impareremo ad usarli, non vi preoccupate.
Passiamo ora a delle prove pratiche.
Partiamo sempre dal nostro sfondo bianco, andiamo nella nostra barra di comando, e selezioniamo un bel colore, io prendo un bel rosso acceso attraverso la tavola dei colori. (La selezione dei colori è molto importante, nelle prossime lezioni impareremo a creare dei colori particolari.)
E sapete cosa faccio prendo il pennello ( B ) clicco col destro sullo sfondo, seleziono il tipo di pennellata che voglio ottenere, il diametro e la durezza, come più mi aggrada, ed inizio a pasticciare. Poi prendo un altro colore come un bel verde prato, e pasticcio qualche secondo pure con quello. E voi mi direte, ma non ci insegni a fare dei bei disegni?
No io vi insegno ad usare photoshop, se volete imparare a fare dei bei disegni andate a fare un corso di pittura. : P
Bene, adesso vi dirò che le cose più belle molte volte sono quelle più semplici.
Uso lo strumento sfumatura ( G ), clicco e tenendo premuto faccio una linea. Ed ecco che lo sfondo forma due parti, una verde e l’altra rossa sfumate tra loro. Noterete continuando ad usarlo che a secondo della lunghezza della linea che tracciate trascinando il puntatore, influisce sulla quantità di colore prevalente. E l’angolazione delle linea stessa formerà un orizzonte di sfumatura, esattamente perpendicolare ad essa. Per orizzonte di sfumatura mi riferisco alla line di separazione dei due colori, che ovviamente è sfumata.
Giocando un po’ con questo strumento noteremo che potremmo più o meno sfumare, ovvero, a seconda del punto di origine da cui facciamo partire il nostro trascinamento, e di nuovo in base alla lunghezza della linea formatasi trascinando il puntatore. Come capirete anche voi, è difficle spiegare, per questo consiglio di fare le prove durante la lettura, vedrete che vi sarà tutto subito più chiaro. Provate e riprovate, e oltre ad imparare vedrete che troverete il risultato sfumato che più vi aggrada. Io ho una Angolo verde in alto a forma che si estende per un quinto del foglio, mentre la parte rimasta è tutta rossa. La sfumatura è lieve.
E adesso che avete fatto e raggiunto il risultato ottenuto, stravolgo il vostro lavoro, perché vi dico che in alto una volta selezionato lo strumento sfumatura ( G ) appare una barra di comando, Dove potrete selezionare diverse tipologia di sfumatura, a rombo, radiale etc…troverete anche delle combinazioni di colori classiche, prefatte, e altre voci sotto metodo, e potrete scegliere anche l’opacità
E vi state chiedendo, ma perché non ce l’hai detto subito? E vi rispondo, Avreste dovuto notarlo voi! Come da premessa sarete voi ad imparare, e dovete applicarvi, cercare e provare. Io vi do solo delle linee guida.
Adesso, andiamo sul menù in alto, clicchiamo sul menù immagine e poi su crea nuovo livello (Maiusc+ctrl+N).
Questo comando è veramente utile, in ogni situazione. Con questo comando creeremo un nuovo livello, di nome pasticcio ( o insomma mettete il nome che più vi piace, riferito a quello che state per fare), ovvero un altro spazio sovrapposto all’immagine già creata dove poter disegnare…diciamo è come se sovrapponessimo una nuova immagine a sfondo trasparente, su cui noi potremo lavorare, senza però toccare quella precedente. Le cose create rimarranno in primo piano rispetto all’immagine di sfondo. Cosa serve questo?
Avremo un immagine suddivisa a livelli, in modo ordinato, se per caso adesso facessimo in questo nuovo livello due triangoli, ma vedendo il risultato, non dovessero caso mai piacerci basterà cancellare questo livello e riiniziarne un altro. Se invece non avessimo creato un livello aggiuntivo avremmo direttamente disegnato sull’immagine di sfondo, quindi per togliere poi i brutti triangoli avremmo dovuto cancellarli a mano e ricreare lo sfondo sotto. E’ vero adesso lo sfodno sotto è semplice, ma quando creeremo cose ben più complesse saremo contenti di saper usare i livelli…ve lo assicuro.
Adesso iniziamo a pasticciare sul nuovo livello. Che ricordo essere una cosa a parte che non interferisce per niente con l’immagine di sfondo.
Io Seleziono lo strumento pennello ( B ) clicco col destro e vado a cercarmi l’effetto “foglie di acero”. Così inizio ad usarlo con diverse grandezze, le faccio verdi sulla parte di sfondo rosso. Rifaccio il livello più volte finché non trovo la performance voluta.
E devo dire che mi aggrada. Vado nel menù in alto e seleziono Filtro, texture, e seleziono una bella texture “incrinatura”.
Adesso gli effetti sono tanti, e alcuni molto, belli sta a voi scoprire cosa fanno.
In basso a destra c’é una finestrella, dove possiamo osservare le miniature dei vari livelli. Se clicchiamo sul nostro livello col destro appare un menù, andiamo su opzioni di fusione. Questo menù è molto importante, ci permetterà di dare al nostro disegno quel tocco in più, con ombre contorni. Insomma darà un po’ di effetto 3d al nostro disegno. Io seleziono queste opzioni (ce ne sono un sacco): “Ombra esterna”, “smussa ad effetto rilievo”, “contorno”. Sulla destra vedrete altre voci, riguardanti gli effetti luce. Provate ad usarle e vedete se c’é qualcosa che vi aggrada.. Sempre a destra c’é una voce molto importante: Opacità, che combinata con metodo di fusione normale vi permetterà di rendere più o meno strasparente il vostro livello. In futuro ci permetterà di fare molte cose carine. In oltre a seconda del metodo di fusione utilizzato potremmo cambaire molte cose. Come al solito provare e provare per imparare.
Diamo l’ok. Devo dire che il risultato non mi dispiace.
Adesso possiamo decidere di pasticciare ancora, oppure se ci piace il lavoro così come è andiamo a salvare. File, salva con nome, Salviamo prima in formato photoshop, così potremo modificare l’immagine in qualsiasi momento, mantenendo l’utile impostazione a livelli. Poi salviamo in un formato a nostra scelta, come jpg. Se per caso volete fare un unico livello adesso che avete finito vi dico che potete, sta a voi poi di trovarne il modo.
Questa Guida Finisce qua, nella prossima parleremo di bacchetta magica (lo so che ho detto che ne avrei parlato qui, ma era solo per invogliarvi) e di chissà quante altre cose, adesso iniziate a fare un po’ di pratica. Buono disegno!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • christian m

    minchia che cagata di guida!

Pinterest