In sei minuti la sicurezza di iPhone viene seriamente compromessa



Chi considera iOS una fortezza inespugnabile ha ragione fino a metà, perchè se viene eseguito il jailbreak, la possibilità di veder cadere tutti i sistemi di sicurezza come se fossero un castello di carte è un rischio reale. Tutto ciò è stato dimostrato dagli esperti di sicurezza del Fraunhofer SIT.
Nel video che hanno girato, hanno dimostrato come bastano solo 6 minuti per accedere ad un iPhone protetto da password, eseguire il jailbreak, ed accedere alle password memorizzate nel keychain, che è un po’ il portachiavi digitale di Apple.
Immaginiamo che su un dispositivo che sia finito tra le mani di malintenzionati, venga effettuata la famigerata manovra di sblocco che tanto non piace ad Apple, e dopo aver installato il terminale SSH, necessario per eseguire l’accesso ai file di sistema, viene eseguito uno script di keychain; a questo punto verranno rivelate tutte le password memorizzate sul dispositivo.
Vien da se che i dati sensibili dell’utente sono seriamente compromessi, dato che dal report compreto dello staff di Fraunhofer SIT, si apprende che sono state trovate le password dell’account Gmail, MS Exchange ed altre.
Questa è l’ennesima dimostrazione come Apple non abbia tutti i torti a combattere il jailbreak, ma in questo caso sono a rischio tutti gli iPhone incustoditi.
Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest