In Svezia c’è il partito dei pirati



nave.pngIl partito dei pirati, determinato alla conquista del Parlamento svedese, continua fa parlare di sé, per motivi più che comprensibili. Questa organizzazione politica fondata e capeggiata da Rick Falkvinge si propone di difendere gli interessi dei pirati informatici in contrapposizione a quelli delle grandi aziende della musica e dello spettacolo.

 Sarà anche che abbia delle buone possibilità di successo! Le elezioni parlamentari svedesi si terranno settembre e se il partito otterrà il 4% dei voti l’accesso al parlamento gli sarà garantito. Se teniamo conto che in Svezia su 9 milioni di abitanti ci sono  1,2 mln di appassionati della condivisione l’obiettivo è piuttosto realistico.

 

“È proprio lo scopo di entrare in Parlamento!”, Il portavoce del partito dichiara che si propongono di riformare le leggi sulla proprietà intellettuale e di legalizzare la copia a scopo non commerciale per favorire il grande pubblico. Nel manifesto del partito dei pirati leggiamo i principi che dichiarano: “i governi esistono solo per migliorare la società e proteggere i cittadini che lo legittimano. Tutto il corpo legislativo deve essere fermamente ancorato nella volontà del popolo che viene governato o ci troviamo in un sistema oppressivo”.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest