Intel e AMD: ricomincia la corsa al Mega Hertz



Con l’introduzione della architetture dual core e multi-core, la lotta fra Intel e AMD aveva cambiato volto.
Dopo anni in cui le due case si erano rincorse a vicenda, nella lotta all’ultimo kilo hertz (come dimenticare peraltro gli overclocking estremi, con tanto di raffreddamento ad azoto liquido, per portare il processore a 6 gigahertz?).

Attualmente la lotta commerciale si gioca su un altro genere di caratteristiche. La potenza di calcolo, in presenza di 2 o 4 core non è una delle richieste principali, mentre voci come risparmio energetico, temperatura o dimensioni della cache sono ben più importanti.

Amd ha però annunciato il lancio delle CPU Bulldozer, a 6 core e a 8 core, mettendo anche in atto dimostrazioni pubbliche della superiorità di queste sui chip Sandy Bridge di Intel.

Quest’ultima è quindi corsa ai ripari, annunciando l’imminente lancio del processore Corei7 2700, che avrà un clock di 3,5 GHZ, ma è praticamente ottimizzato per l’Overclocking.
Probabilmente ha fatto effetto il record da Guinnes dei Primati raggiunto con un processore AMD FX. Durante quell’esperimento (video sotto) un processore desktop è stato portato alla frequenza di 8,429 GHZ.

Riparte la sfida dell’overclocking estremo?

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest