Intel presenta CPU e RAM sperimentali a bassissimo consumo





Se parliamo di innovazione tecnologica e più precisamente di componenti hardware, è impossibile non menzionare una azienda come Intel, capace di stupire e guidare spesso il mercato hardware. In questi giorni si è tenuto il Developer Forum Intel, dove quest’anno hanno fatto comparsa due tecnologie che seppure sperimentali, hanno suscitato parecchio interesse. Stiamo parlando di un processore e una memoria RAM sperimentali a bassissimo consumo energetico; vediamo insieme il processore.

La CPU presentata classificata come Near-Threshold Voltage, utilizza circuiti elettrici di ultimissima generazione, capaci di ridurre i consumi al minimo sindacale possibile, circa quello che serve per tenere accesi i transistor stessi; il processore lavora a discrete velocità quando necessario, ma se in idle, riduce i consumi in maniera drastica scendendo addirittura sotto i 10 milliWatt. Non a caso, la CPU presentata è dotata di apposito pannellino solare grosso circa quanto lei, capace di alimentarla a dovere a bassi regimi. Intel precisa che è un processore puramente sperimentale e rivolto alla ricerca, ovvero che non vedrà mai la luce, per lo meno in queste condizioni; molto interessanti però le prospettive se gli Intel Labs riusciranno a integrare questa tecnologia nelle prossime generazioni di processori.

L’altra tecnologia sperimentale di Intel va a braccetto con la prima: è una DRAM Hybrid Memory Cube a bassissimo consumo energetico. Anche qui le ultime tecnologie Intel hanno permesso una riprogettazione della RAM, riducendo di circa 7 volte i consumi; il nome Cube deriva dalla disposizione dei chip che sono stati sovrapposti per questioni progettistiche, ricordando un per l’appunto un cubo. Anche in questo caso, le prestazioni sono degne di nota: le velocità di trasferimento dati toccano tranquillamente il trilione di bit per secondo.

Il futuro con Intel è sempre più vicino, almeno per quanto riguarda i consumi; queste ultime tecnologie a consumi ridotti all’osso sono la testimonianza che le prossime generazioni hardware saranno ancora più attente ai consumi e sempre più disponibili per apparecchiature dove i consumi sono fondamentali, come smartphone e tablet in primis. Vi lasciamo il link al blog Intel per approndire.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest