Introduzione al Mod Rewrite



In questo tutorial cercherò di spiegare semplicemente l’utilizzo del Mod Rewrite che vi permetterà di imparare un utile metodo per modificare gli indirizzi delle pagine del vostro sito web in modo da permettere una migliore indicizzazione su Google.

Partiamo da un esempio pratico:

Ad esempio prendiamo in esame la sezione News di un ipotetico sito di Calcio, si potrebbero avere pagine del tipo:

http://www.SitoDiCalcio.it/read_news.php?id_news=4

Quindi, se lo volessimo trasformare in qualcosa di meglio leggibile da un Motore di Ricerca come Google, ad esempio:

http://www.SitoDiCalcio.it/news/leggi/4/

dovremmo aprire un file chiamato “.htaccess” (senza virgolette) e scrivere:

RewriteEngine On
RewriteRule news/leggi/([^/]+)/ read_news.php?id_news=$1 [L]

Dove id_news viene registrata nella variabile $1 che poi viene scritta al posto dell’espressione regolare: ([^/]+).

Queste sono le regole basilari per effettuare il Mod Rewrite, che non è altro che un modulo di Apache che permette di cambiare dinamicamente l’indirizzo delle proprie pagine.

Naturalmente si possono fare Mod Rewrite anche molto più complessi, ad esempio da:

http://www.SitoDiCalcio.it/guarda_partita.php?id_partita=8 &dimensioni=1024×768&color=true

in:

http://www.SitoDiCalcio.it/GuardaPartita/8/1024×768/true/

con il codice:

RewriteEngine On
Rewrite Rule GuardaPartita/([^/]+)/([^/]+)/([^/]+)/ guarda_partita.php?id_partita=$1&dimensioni=$2&color=$3

Poi, essendo bravi con le espressioni regolari, si possono fare cose ancora migliori.

Per ora comunque dovreste essere riusciti ad imparare i fondamenti basilari del Mod Rewrite e vi assicuro che cambiando l’indirizzo delle vostre pagine web con nomi virtuali e con più parole chiave l’indicizzazione del sito sarà molto più efficente e quindi ci sono buone probabilità che anche le visite al sito aumenteranno.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest