Investimenti sbagliati che penalizzano gli utenti



20091107wimaxE’ proprio vero che l’interesse dell’utente non ha mai un ruolo di rilievo nelle scelte economiche-finanziarie delle aziende in genere, e in ambito informatico forse il fenomeno è ancora più evidente. Prendiamo ad esempio in considerazione il caso della tecnologia WiMax.

Presente ormai da anni e con un buon livello di sviluppo tecnologico e soprattutto una buona stabilità, la tecnologia WiMax non riesce ad affermarsi sul mercato nonostante i grandissimi vantaggi per noi utenti. Prendiamo in considerazione in questo contensto solo l’eventuale uso che potrebbe derivarne in ambito della telefonia cellulare.

L’adozione dello standard WiMax permetterebbe a molti utenti (per non dire a tutti) di effettuare chiamate e ricevere messaggi tramite VoIP utilizzando tutta una serie di programmi dedicati (vedi Skype), con tariffe sensibilmente più basse di quelle delle compagnie telefoniche tradizionali, permettendo cosi un’abbattimento dei costi. Innumerevoli vantaggi avrebbero anche le stesse compagnie telefoniche: i costi di gestione di un apparato WiMax sono notevolmente minori di quelli utilizzati per la telefonia mobile classica, in termini sia di progettazione che di manutenzione.

Visto che i vantaggi ci sono per tutti, come mai il WiMax fatica ad affermarsi sul mercato? Perchè, nonostante ormai esista da anni, nessuno ha pensato ad un progetto serio per commercializzarlo su larga scala?

La mia personale idea è che le compagnie telefoniche siano piuttosto restie ad investire sul WiMax perchè sperano in qualche modo di recuperare prima i miliardi “buttati” per lo sviluppo dell’UMTS. Perchè buttati? Fate un paio di conti e ditemi quanti MMS avete inviato o quanti minuti di videochiamate avete effettuato negli ultimi tempi…

Naturalmente il tutto sempre a discapito di noi utenti, costretti a pagare tariffe esorbitanti quando invece potremmo comunicare con tutto il mondo a prezzi bassissimi.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!