iPhone e jailbreak: sfatiamo qualche mito



iPhone e jailbreak: un argomento piuttosto spinoso: Apple (giustamente) condanna tale operazione ritenendola illegale ed affermando che alimenta la pirateria.  Oltretutto eseguiendolo si invalida la garanzia.

Queste le premesse. Diciamo subito che se per la pirateria Apple può avere ragione (sebbene non esistano dati certi sulla correlazione tra jailbreak e pirateria, è innegabile che è una possibilità che ha l’utente) per quanto riguarda la garanzia…. E’ un falso problema. Se un iPhone jailbreak si guasta (a livello software) basta un bel ripristino con il firmware originale per riportare tutto come mamma Apple ha fatto, senza problemi.

In realtà il jailbreak (ovvero lo sblocco dell’iPhone tramite apposito software) NON serve per “scaricare ed utilizzare apps in modo gratuito” ma a ben altro. IPhone è dotato di un gran sistema operativo, ottimo ma blindato. Per scelte di marketing e produttive Apple ha deciso di limitare/bloccare varie funzioni, magari normalmente utilizzabili su altri telefoni meno blasonati.

Basti pensare al bluetooth, limitato alla connessione con auricolari ed inutilizzabile per trasferire file o quant’altro con altri telefoni. Ebbene con il jailbreak tutto ciò è possibile:  tramite Cydia (una specie di app store parallelo) si avranno accesso a migliaia di programma free o a pagamento, che permettono di utilizzare tutte quelle funzioni originariamente bloccate: traferimento file, personalizzazione grafica, utilizzare il VOIP su rete 3g (ma questo apple lo ha permesso già in questi giorni su TUTTI gli iPhone) utilizzare programmi in background (quindi cade il limite di utilizzare UN programma alla volta… potrete lanciare skype, metterlo in standby e navigare su  safari…. se arriva una chiamata skype… il programma si aprirà e potrete conversare. Impossibile su di un iPhone con fw originale)

Come si effettua il jailbreak? Esistono vari metodi: attualmente quello più rapido e sicuro e quello ideato da Geohot. Blackra1n.

Basta scaricare il programma dal sito di Geohot e seguire una delle innumerevoli guide presenti in rete (ottima questa, in italiano)

E qui veniamo a fare una considerazione: purtroppo ho visto su molto siti delle pubblicità che reclamizzavano “jailbreak per tutti iPhone a soli 12,99 (o 9,99 o 5 ..) euro!”

Fate attenzione, si tratta di una trappola per spillarvi soldi!

Geohot (compresi gli altri realizzatori di altri programmi per sbloccare iPhone) rilascia il suo software in modo GRATUITO. Chiunque chiede soldi per eseguire un jailbreak (e questo vale anche per i negozi) in realtà vi sta facendo pagare SOLO un servizio. Una procedura di 5 minuti fatta al pc. Procedura che CHIUNQUE credetemi è in grado di fare. Inoltre sappiate che i nuovi iPhone (quelli venduti all’incirca da agosto 2009 in poi) hanno la caratteristica di avere una modifica software (senza scendere troppo nei dettagli) che impedisce al jailbreak di sopravvivere dopo uno spegnimento del telefono. Significa che ad ogni spegnimento, il telefono andrà sbloccato di nuovo, tramite pc. Una seccatura non da poco: ci sono testimonianze di persone il cui iPhone è acceso da mesi e mesi: personalmente il mio ogni tanto devo spegnerlo per dargli una “ripulita” Non essendo jailbreak (e soprattutto non è un modello con la nuova modifica software) non ho problemi nel farlo: diversamente sarebbe un fastidio.

Una considerazione profondamente personale. Io ho provato il jailbreak, ed effettivamente porta molto vantaggi. Dopo qualche tempo di smanettamento però sono tornato al firmware originale. Credo che il melafonino sia straordinario, stabile veloce e potente. E lo è anche in virtù del fatto che tutto il software che ci gira è rigidamente controllato da apple. Certe scelte opinabili, come impedire il multitasking, hanno il vantaggio ad esempio di risparmiare batteria (tasto dolente!)

Per me è importante l’affidabilità e la facilità d’uso. Preferisco uno sfondo nero, piuttosto che uno sfondo animato che rallenta il sistema. Il multitasking è utile, ma preferirei un multitasking by apple (magari nel firmware 4.0…) che mi dia garanzie di stabilità, seppur con qualche limitazione… Insomma, ho avuto un telefono windows mobile pieno di applicazione, che richiedeva reset continui per scongiurare rallentamenti. IPhone non è così, è veloce e magari ha meno funzioni, ma personalmente (e dico personalmente) è quello che cerco io.

Se però amate smanettare sulle cose e pretendete certe funzioni, il jailbreak può fare al caso vostro. Ricordandovi però che Apple  lo ritiene illegale e che Cydia non è un app store di applicazioni illegali e piratate, tutto il contrario! Non troverete nulla di illegale. Non su Cydia almeno.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest