ipv6: configurazione IRCNet



Il v6 di sviluppo è compreso nella SP1 di Windows XP, mentre l’installazione su Linux risulta essere molto più semplice e veloce, sotto win si avrà qualche risultato dopo qualche configurazione e riavvio della macchina.
Innanzitutto partiamo con l’installazione del protocollo v6, questo si può fare o da riga di comando o dalle proprietà TCP/IP del pannello di controllo: in connessioni di rete, basta fare aggiungi protocollo TCP/IP e aggiungi “Microsoft ipv6 developer edition” quindi riavviare il computer.
Ora, in teoria, dovremo essere già ipv6ervizzati e in tunnel con microsoft ma non è così…
Allora andremo a registrarci ad un tunnelbroker, preferibilmente italiano, altrimenti potrete usarne altri free che supportino il redir, per attivare la procedura tunneling del nostro indirizzo v4 a v6, attraverso quindi https://tb.ngnet.it/cgi-bin/tb.pl e faremo una nuova registrazione, riceveremo password e username in email.

A questo punto dovremo attivare il tunnel configurandolo con i nostri dati, procedura molto semplice. Alla fine della procedura scarichiamo il file act.bat che lanceremo sul nostro computer configurando il nostro ipv6 verso quello di ngnet. Non dimentichiamo di prendere appunti sul nostro ipv6 client (che siamo noi) e quello del server, molto semplice visto che tutti i dati saranno visualizzati sempre nella pagina dove scaricheremo il file bat di configurazione. Se non ci basta il livello di sicurezza potremo aumentarlo con un reforward verso un sottodominio virtuale presso http://freedns.afraid.org/ dove anche qui, dopo un login, avremo accesso alla creazione del subdomain. Su type dovremo impostare AAA, in subdomain scegliere un nome a caso, quello che più vi piace e che volete compaia al posto del vostro ipv6, in domain scegliere uno qualsiasi tra quelli pubblici e per finire dove compare il vostro indirizzo ipv4 dovrete scrivere per intero (cioè compresi gli 0 mancanti tra i :: ) l’ipv6 client che vi è stato assegnato da ngnet. Salvate ed il gioco è fatto.
Ritorniamo su ngnet cancelliamo il tunnel e lo ricreiamo impostando però questa volta il sub domain da voi scelto in afraid.org, al posto di quello che compare in : IPv6 associato al proprio Tunnel.
Ora dopo aver eseguito lo script di attivazione (file *.bat) possiamo entrare col nostro script irc in rete. Abbiamo 2 soluzioni: una è usare il solito nostro script irc, oppure usare X-chat, perchè questo assieme a KVirc, è lo script per il quale non si ha necessita di un bouncer per la connessione. Ma se siamo abituati al nostro script siamo costretti ad utilizzare un bouncer
ftp://ftp6.edisontel.com/windows/proxy_bouncer/AsyBoV6.zip


Come configurare asybov6 è molto semplice: una volta aperto asybov6 andiamo in option e config e carichiamo il file skynet.asy, quindi in ipv4 selezioniamo 127.0.0.1 su port, una a nostro gradimento e libera tipo 1000 10.000 ecc. In max connection selezioniamo 3, in server name un nome qualsiasi, in ipv6 destination dobbiamo impostare l’indirizzo v6 del server irc al quale vogliamo collegarci. In port sotto ipv6 destination dovremo mettere la porta del server irc 6667 quindi o 7000 in using this ipv6 il nostro indirizzo v6 assegnatoci da ngnet. Basta salvare e cliccare su Start… quindi digitare sullo script per connetterci /server 127.0.0.1 1000 1000 se abbiamo deciso su asybov6 di usare la 1000.
Tutto qua..
http://carmen.ipv6.tilab.com/cgi-bin/download.pl?pkg=TunnelBroker
A questo indirizzo troverete una semplice utilità di telecom italia lab che consente la configurazione automatica del tunnel per gli indirizzi v4 dinamici,
che altrimenti dovreste configurare ogni volta entrando nel sito di ngnet.

Il problema arriva se dobbiamo sendare dei file ecco perchè io ho adottato X-chat infatti con una operazione veloce posso immettere il mio vero ipv4 in dcc send per lineare in p2p il pc ricevente e poter sendare. In ricezione non ci sono problemi; una particolare attenzione alle configurazione del firewall che deve permettere il passaggio del bouncer e dei send sulla porta da noi scelta.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Grund

    ma cosa è più semplice sotto linux … ti voglio vedere a configurare un tunnel broker sotto linux minkella …

    ma quante cazzate sparare …

Pinterest