Jony Ive: i competitor rubano il nostro lavoro



In un’intervista concessa al Sunday Times, Jonathan “Jony” Ive, boss della divisione design di Apple, ha parlato di un sacco di cose, tra cui il rapporto che c’è tra i prodotti e chi li realizza. E qui c’è la notizia: nonostante il look calmo e posato che mostra sempre nei video in cui appare, è possibile far arrabbiare Ive, basta copiare le sue idee.
Ive, nell’intervista, ha subito raggiunto il punto: “Tutti quelli con cui lavoro hanno lo stesso amore e rispetto per lo sviluppo e la creazione di prodotti”“Gli oggetti e i loro sviluppatori sono inseparabili. Capisci un prodotto se sei in grado di comprendere come è stato fatto”.

Ive, poi, ha spiegato perché Apple non fa esattamente prodotti economici:

Siamo circondati da oggetti anonimi, fatti male. Si è portati a pensare che sia perché alla gente che li usa non importa – così come a chi li produce. Ma quello che abbiamo capito è che alla gente importa. Non si tratta solo di design. A loro interessano le cose fatte bene e progettate in un certo modo.

Il sottinteso, chiaramente, è che il pubblico è disposto a pagare di più per certe cose “fatte bene”.

E poi parla anche di Samsung e dei rivali, sottolineando, pur non citando direttamente i nomi, di come avvengano spesso veri e propri “furti” di idee. “Quello che viene copiato”, aggiunge, “non è solo un design, ma sono anche migliaia e migliaia di ore di fatica”.

Potete trovare l’intervista completa, pagando, a questo link.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest