L’ italianità del web passa dai domini .it… però non vendono come dovrebbe!



Il made in Italy .it è spesso apprezzato. I siti che poggiano su hosting nostrano e dominio italiano sono spesso sinonimo di contenuti interessati, design accattivante, accessibilità.

La fama che i il dominio .it si sta guadagnando col tempo però non convince tutti. Ma i dati contrastanti di una recente ricerca a campione del Consiglio Nazionale Ricerche di Roma, non permette di delineare in modo chiaro il perchè di questo insuccesso.

Se pensavamo che per motivi commerciali le aziende scegliessero solo domini .com, beh ci sbagliavamo! Sono proprio le aziende del Belpaese a dare grande sfoggio di “italianità” (a dirla come un noto presidente-imprenditore-tuttofare). Su un campione di più di 2000 intervistati, circa il 70% fa parte di quel gruppo di aziende con dominio .it, un modo come un altro per esaltare le fin troppo sventolate qualità del made in Italy.

C’ è chi parla di “problema culturale” dietro la mancata diffusione di questo dominio tra i privati. E proprio per questo (abbastanza stupido) motivo l’ Istituto di Informatica e Telematica avvierà progetti per cercare di coinvolgere circa 10.000.000 di potenziali web-user a navigare in siti .it e comprare domini con stessa estensione…

Ora, diciamo che se non si naviga in un sito .it è solo perchè c’è di meglio con altre estensioni, però fare di questo sondaggio un problema culturale ci sembra abbastanza esagerato. Mi chiedo, ad esempio, se non sia un problema culturale il progressivo calo di spettatori nei teatri e negli enti lirici in seguito alla quasi estinzione del FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo).

Siamo tutti ben felici che con i nuovi provvedimenti aprire un dominio .it è veloce come inviare una mail (non ci vogliono più settimane) ma davvero non credo che una campagna di sensibilizzazione serva a qualcosa se non a farci fare indigestione di questa estensione!

Il vero problema di fondo è che Internet è un diritto e in Italia abbiamo la più bassa percentuale d’ europa di accessidiffusione della rete per ogni cento abitanti!

Se davvero volessimo sbloccare il mercato .it basterebbe rendere la rete di Internet gratis e diffusa in ogni casa proprio come il già da tanto tempo obsoleto televideo!

20091020made-in-italy

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Personalmente posso testimoniare di aver avuto molte difficoltà a registrare di recente un dominio .it, e alla fine ho optato per altre soluzioni. Non vedo perchè dovrei utilizzare questa estensione quando siamo risaputamente tra i più arretrati come connessioni, come utilizzo e come conoscenza di internet.. :(

  • Ah! …davvero interessante! …non usando estensioni .it onestamente ho voluto credere all’ annuncio che ho riportato! quindi grosse difficoltà nella registrazione, c’ era da aspettarselo!

    chiedo scusa per quel che ho scritto, sono stato troppo ottimista! ;)

    per il resto concordo in pieno su tutto quello che hai detto, in particolare la tua ultima frase: “Non vedo perchè dovrei utilizzare questa estensione quando siamo risaputamente tra i più arretrati come connessioni, come utilizzo e come conoscenza di internet…”

    davvero, altro che spot pro dominio .it … qui ci vuole più Internet…

Pinterest