La mossa di Google per il terremoto ad Haiti



20100113google2

Il terremoto ad Haiti, arrivato come un fulmine a ciel sereno, si è ben presto rivelato come una delle tragedie più catastrofiche degli ultimi anni (come lo fu lo Tsunami di qualche anno fa): un numero di morti inimmaginabile (si parla di 200.000, ma c’è chi dice che sotto le macerie, si troveranno altre centinaia di migliaia di cadaveri), dei danni ad abitazioni, strade e palazzi di gravissima entità e una nazione che, già classificata come la più povera del continente Americano, sembra ormai distrutta, ormai da ricostruire da zero.

Gli aiuti umanitari non sono mancati di certo, con la raccolta di fondi, viveri, vestiti e quant’altro proveniente da tutto il mondo. E, pochi giorni fa, anche uno dei più grandi colossi mondiali, Google, è sceso in campo per aiutare la gente colpita dal terremoto.

Nella Home Page del popolare motore di ricerca, infatti, sotto la barra di ricerca compare una frase con un collegamento, che recita testualmente (sulla versione italiana di Google):  Informazioni, risorse e aiuti per la popolazione di Haiti colpita dal terremoto.

Cliccando le prime parole, si viene reindirizzati su un’altra pagina, disponibile in Inglese, Francese ed Italiano, creata apposta per il terremoto haitiano, tramite la quale è possibile visualizzare tutti i modi in cui è possibile inviare fondi alle popolazioni colpite, sia tramite internet stesso, sia tramite cellulare (come i numeri speciali 48540 o 48541). È inoltre messa a disposizione la possibilità di leggere aggiornamenti riguardo la catastrofe, cercare (o dare informazioni al riguardo) specifiche persone coinvolte dal terremoto. Google mette anche a disposizioni le foto effettuate dai propri satelliti proprio nella zona che è stata colpita, per visualizzare le differenze tra pre e dopo terremoto.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest