La piattaforma Google come uno spazio di web hosting



Gli utenti privati ed i professionisti che decidono di pubblicare un loro sito web ricorrono solitamente ai servizi di web-hosting, scegliendo il pacchetto comprensivo di dominio e di spazio online dove caricare il proprio sito web. Possono anche ricorrere alle soluzioni gratuite che offrono un dominio di terzo livello e spazio gratis.

Anche Google, seppure con qualche differenza, può fornire uno spazio online per un proprio sito web. In questo articolo mostrerò quali servizi, solitamente, può offrire un’azienda di web-hosting. I servizi offerti più comuni sono i seguenti: dominio, spazio web, ottimizzazione per i motori di ricerca, statistiche web, guadagno tramite pubblicità, piattaforma di blogging (o installazione intuitiva di WordPress), campagne pubblicitarie e caselle di posta elettronica. Anche Google può essere utilizzato come un servizio di hosting, anche se con una differenza: non è possibile caricare tramite un accesso FTP delle pagine web HTML create autonomamente, ma bisogna utilizzare i servizi già pronti offerti da Google: di fatto bisogna creare il sito web utilizzando le procedure guidate, le interfacce ed i modelli che Google offre. Scritto ciò, espongo come Google può essere utilizzato quasi come se fosse uno spazio di web-hosting:

1.) Dominio: si registra un account Google Apps con tanto di dominio. Se si possiede già un dominio si può utilizzare tale dominio con Google Apps, altrimenti Google offre anche la registrazione tramite un servizio di hosting partner e la configurazione automatica dei DNS.

2.) Spazio Web: con Google Apps viene fornito Google Sites tra i servizi principali. Google Sites permette di creare siti web con interfacce, procedure guidate e modelli. Google Sites consente di essere interfacciato con il dominio registrato (in alternativa è possibile utilizzare Google Sites come uno spazio web gratuito, senza dominio dedicato, con o senza Google Apps).

3.) Ottimizzazione per i motori di ricerca: questo servizio non trova riscontro in un particolare prodotto di Google. Tuttavia la fornitura di siti web creati secondo lo standard di Google Sites, abbinata a contenuti originali di qualità, pone rimedio alla mancanza.

4.) Statistiche Web: le statistiche web vengono fornite da Google Analytics.

5.) Guadagno tramite pubblicità: il servizio di guadagno tramite l’inserimento di pubblicità è offerto da Google AdSense.

6.) Piattaforma di blogging: Google Apps permette di abilitare anche il servizio Blogger (non vi sono particolari limiti nei servizi Google utilizzabili), che permette di utilizzare o meno il dominio personalizzato.

7.) Campagne Pubblicitarie: il servizio pubblicitario viene offerto da Google AdWords.

8.) Caselle di posta elettronica: le caselle di posta elettronica vengono offerte da Google Gmail.

Inoltre altri servizi Google forniscono spazi di pubblicazione di vari contenuti: YouTube permette di pubblicare video online, Picasa permette di gestire album fotografici, Google Docs permette di gestire documenti online. Molti utenti conosceranno i servizi Google da me citati, ma non è sempre spontaneo vedere come, unendoli tra di loro e utilizzando Google Apps con dominio personalizzato, si possa ottenere un servizio quasi equivalente a quello offerto dalle aziende di registrazione domini e di web hosting.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest