La rete di NGI avanza



488918396_e0423c522d.jpgNata circa un anno e mezzo fa come rete di accesso a Internet a banda larga in Hyperlan, oggi ha raggiunto circa 2200 comuni tra Lombardia, Veneto, Piemonte e valle d’Aosta, per un totale di 100 ripetitori per quattro regioni. I clienti attivi sono 14.000 e il ritmo di nuove attivazioni è di 1500 al mese.

NGI prevede di coprire bene entro la fine del 2009 tutto il Nord di Italia, compresa la Liguria, il Friuli e il Trentino Alto Adige, installando i suoi ripetitori sui tralicci già esistenti di radio e tv. Questa tecnologia viene giudicata al momento come la più competitiva, anche rispetto alle frequenze WiMAX di recente rilascio. Prima dell’estate c’è stato l’annuncio di Eolo Time, la soluzione a consumo che ha una velocità di 2 Mb per secondo e una banda minima garantita di 128 kB per secondo e che funziona esattamente come il fratello maggiore Eolo:NGI fornisce al cliente l’antenna esterna collegata con un singolo cavo Ethernet a un’unità interna. Il cavo a sua volta può essere collegato al pc oppure a un router con eventuali accessi wireless. Anche Eolo Time non necessita di linea telefonica per funzionare e quindi può essere utilizzato anche da chi non possiede un contratto con Telecom Italia.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest