La rinascita delle newsletter



Molti le avevano date per morte, “uccise” dagli RSS feed.

Ma ecco che con l’avvento degli smartphone le newsletter ritrovano un boom di iscrizioni mai visto prima, sopratutto grazie ai palmari blackberry , i primi a fare servizio di push e-mail a basso costo.

Per push mail si intende la possibilità di  un apparecchio wireless (in questo caso uno smartphone) di ricevere e inviare e-mail in tempo reale.

Le newsletter sono molto più complete e sicuramente meno costose dei ridicoli servizi di news tramite SMS, con poche righe e prezzi da capogiro..c’è solo da pagare l’abbonamento settimanale (3€) o mensile(9€) per il servizio internet dello smartphone.

Personalmente chi vi scrive ne fa largo uso (ormai ogni quotidiano italiano offre newsletter GRATUITE), unite ai servizi di Google Calendar (che manda promemoria personalizzati via e-mail).

Per chi è in possesso di uno smartphone è il modo migliore per restare aggiornato e mantere organizzata la vita professionale e non.

Configurazione Push Mail

Configurazione Push Mail

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • beh, che le newsletter fossero morte non è vero, sì hanno subito un certo calo dovuto al largo utilizzo degli RSS feed. Però contuinuano ad essere utilizzati tuttora come fonte d’aggiornamento per gli utenti e strumento di marketing per i webmaster.

Pinterest