La vita digitale è eterna



Molta gente ormai abbiamo una doppia vita, una reale fatta di incontri, lavoro, vacanze, figli ect, l’altra digitale costruita con amicizie e rapporti formati attrverso il Web. I social Network sono il fenomeno degli ultimi anni. Secondo un rapporto che analizza le abitudini dei navigatori in alcuni paesi inclusa l’Italia, blog e social network hanno attirato più utenti rispetto alle e-mail.

Il garante della privacy ha indirizzato un avvertimento su questa seconda vita digitale, secondo lui rischiamo di essere la prima generazione che si porta dietro tutto il proprio passato, perchè i dati che mettiamo in rete non sono cancellabili e possono sfuggire al nostro controllo.

Chi mette in rete notizie relative alla propria vita privata sa bene che queste saranno raggiungibili da un ristretto numero di amici, ma anche anche dai motori di ricerca.

Il problema è, che essendo questi dati difficilmente cancellabili siano destinati a portarci dietro anche il nostro passato digitale e può succedere, con il passare del tempo, cose fatte ad una certa età non ci piacciono più, ma cambiare le cose può essre difficile. Quello che mettiamo nel web è destinato a vivere una vita propria, un’identità che ci sopravviverà nel bene e nel male.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest