Le 5 best app per Android – febbraio 2013



Quando T-Mobile ha lanciato il primo telefono Android, la biblioteca delle app sembrava una minimarket rispetto allo store di Apple, ma negli ultimi anni lo sviluppo di applicazioni per Android ha fatto enormi passi avanti, fornendo un catalogo sempre più vasto.

Abbiamo quindi pensato di indicarvi quelle che per noi sono attualmente le migliori applicazioni che non dovrebbero mai mancare in un device Android. Ricordiamo che sono tutte scaricabili dal Google Play Store.

Dolphin Browser (gratuita)

E’ un browser solido la cui velocità è paragonabile a quella di Chrome, facilmente installabile. Una volta accettate le condizioni d’uso, sono istallabili delle Gesture e degli Add-on (in totale sono 60 tra cui scegliere), utili nella navigazione di base. Una di queste, Sonar, permette di cercare, condividere, usare i segnalibri e navigare con comandi vocali. Qualora lo installiate, suggeriamo di utilizzare la feature che permette di visualizzare a scelta le pagine sia in modalità per pc che in modalità computer. Un’altra, più pesante, utilizza uno stratagemma per aggirare quel blocco che impedisce, tramite smartphone, di visionare gran parte dei quotidiani, se non è stato sottoscritto un abbonamento.

avast! Mobile Security (gratuita)

Utilizzando il dispositivo Android per navigare, si rischia di visitare siti poco sicuri o infestati da virus. Per questo motivo è bene tutelarsi scegliendo di installare un antivirus e “antifurto”. Avast scansiona in tempo reale tutti il traffico dei dati in uscita ed in entrata e controlla anche tutti i file che si trovano nella memoria flash e all’interno della scheda di memoria. Questo software ha il miglior tasso di rilevamento malware e le impostazioni “antifurto” tengono testa a quelle che spesso trovate in antivirus a pagamento. Con questa applicazione all’interno del vostro device non avrete più preoccupazioni di nessun genere.

Dropbox (gratuita)

Per coloro che già utilizzano Dropbox sul proprio desktop, quest’applicazione non può mancare. Le funzionalità, rispetto alla versione per pc, sono più o meno le stesse, anche se ancora c’è qualcosa da sistemare per quanto riguarda alcune opzioni di auto-sincronizzazione. Con Dropbox gli utenti devono caricare o scaricare file sul proprio dispositivo per poterlo modificare o condividere, senza dover portar dietro un ulteriore supporto di storage. Le opzioni di condivisione sono di diverso tipo. La velocità di download ed upload è buona se si usa una connessione 3G. Anche se qualcosa va migliorata, sino a sei mesi fa avere uno strumento del genere così “a portata di mano” era una chimera.

Google Sky Map (gratuita)

E’ un’app a dir poco impressionante. Usa gli strumenti di orientamento del telefono per dare sullo schermo una rappresentazione accurata di stelle e pianeti. In questo modo, puntando il device verso il cielo, sarà possibile imparare a conoscere le costellazioni visibili, le stelle e i pianeti, il tutto grazie all’uso del GPS. L’applicazione funziona anche all’interno degli spazi chiusi, me è decisamente più entusiasmante usarla all’aperto quando nel cielo ci colpisce qualcosa e vogliamo saperne un po’ di più.

SoundHound (gratuito)

Quante volte vi sarà capitato di canticchiare un motivo che vi è rimasto in testa, ma non avete idea di quale sia il titolo né tanto meno vi ricordate chi la canta? Quest’app Android è la soluzione ai “martellamenti mentali” provocati dalle canzoni sconosciute. Vi basterà canticchiare al vostro dispositivo il motivo o batterne il ritmo e SoundHound partirà alla ricerca della canzone misteriosa, sinché non riesce a trovarne una che si abbini a ciò che avete memorizzato nella vostra testa. In questo modo sarà più semplice anche riuscire a riconoscere dei brani che in un dato momento vengono ascoltati alla radio o alla tv, semplicemente avvicinando il vostro device alla fonte sonora.

Via | IoMobile  DigitalTrends TechRadar

 

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest