Le foto in HDR con Photomatix PRO



Per gli appassionanti di fotografia potrebbe anche non piacere, ma negli ultimi tempi questa tecnica a preso sempre più possesso, stiamo parlando dell’ HDR ovvero High Dynamic Range.

In parole povere questa tecnica viene usata per tutti quei soggetti che non sono in movimento e hanno un grande contrasto di colori o sono contro-luce, consiste nelle scattare 3-5 o 7 fotografie in formato raw ovviamente con il cavalletto, con esposizioni diverse, es. +2 +1 0 -1 -2, le recenti macchine reflex hanno una funzione appositamente per questo.

Quando avremo le nostre 3 o 5 fotografie le daremo in pasto ad un software chiamato Photomatix pro, che le elaborerà restituendoci un immagine sola a 32 bit piena di informazioni, i nostri monitor non saranno in grado di visualizzare perfettamente la nostra immagine a 32 bit, a questo punto dovremo mappare i toni attraverso l’opzione tone mapping presente all’interno del programma.

Il tone mapping servirà per enfatizzare ancora di più i colori, le zone d’ombra, contrasti, regalando anche un dettaglio maggiore rispetto alla fotografia originale, queste immagini tra l’altro sembreranno surreali ed incosapevolmente cattureranno l’attenzione di chi le guarda.

Personalmente adoro le foto fatte in HDR, ci sono diversi software per questa tecnica, il più famoso e photomatix, ma anche photoshop ha implementato questa opzione, per chi è incuriosito da questa tecnica, può visitare il sito ufficiale di flickr e cercare HDR, solo così vi renderete conto come le nostre foto anche quelle più banali prenderanno anima.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest