Le opportunità dei server cloud



Per non essere mai più irraggiungibili sul web.

Scalabilità immediata e senza interruzioni del servizio, ma soprattutto un uptime pari quasi al cento per cento sono i vantaggi che offre questa nuova tecnologia di hosting, ormai scelta da sempre più società per i propri clienti.

Fra le resistenze più comuni che si incontrano quando si propone la creazione di un sito internet a un’attività commerciale, un’azienda o a qualunque soggetto ancora non lo possieda, c’è la paura di essere “irraggiungibili”.

A che pro, viene sovente chiesto, realizzare una homepage accattivante e completa se poi si rischia che un problema al server ospitante la renda inaccessibile al grande pubblico? Chi ha questa opinione non è necessariamente nel torto, visto che le macchine non sono infallibili e un problema tecnico può sempre capitare, ma bisogna dire che il soggetto in questione è ancorato a un’idea ancora piuttosto arcaica del web.

Oggi le cose sono cambiate, anche per i server: una delle rivoluzioni più straordinarie in questo settore è quella del cloud computing, la “nuvola” che mette in condivisione diverse risorse per creare un organismo dove il tutto è superiore alla semplice somma delle parti, e rappresenta una garanzia in termini di stabilità, potenza di calcolo e possibilità di espansione.

Un legame evoluto
Il cloud computing è familiare a molti viste anche le sue recenti implicazioni tramite semplici interfacce per computer o telefonino. Ma che cos’è un cloud server? Si tratta in poche parole di una struttura che metaforicamente si può accostare a un anello di macchinari perfettamente integrati da loro, dove nessun singolo dispositivo è però riconducibile con un rapporto biunivoco a un singolo e solo sito o gruppo di siti, com’è sempre tradizionalmente avvenuto. In sostanza, il legame tra il server e il sito viene virtualizzato ed evoluto, in modo che le risorse e i contenuti siano accessibili da tutto il sistema.

I vantaggi del cloud

Il vantaggio di questo approccio è che se per qualche motivo uno dei server smette di funzionare, l’utente non se ne accorgerà nemmeno perché il suo sito continuerà ad essere tranquillamente online; saranno infatti gli altri macchinari del cloud a fare le veci del dispositivo guasto, il tutto in perfetta trasparenza. L’altra comodità è la possibilità di espansione: proprio perché il sito non è fisicamente presente su un solo server e non fa uso in esclusiva delle sue risorse, se ci si accorge di aver bisogno di una maggiore potenza basta un attimo per aggiornare il proprio abbonamento senza riavvii e noiosi downtime.

La scelta di OnGrid

Tante sono le realtà italiane e internazionali che stanno scegliendo i server cloud per il loro business, anche in virtù dei minori prezzi che si possono offrire ai clienti e agli indubbi vantaggi che questa tecnologia comporta per ambo le parti. Fra le prime, OnGrid.it., brand di Genesi s.r.l. che garantisce il 99,9% di uptime grazie ai suoi server ridondati e una perfetta scalabilità con aggiunta in qualsiasi momento di risorse hardware e di rete senza interruzioni del servizio; disponibili due diversi abbonamenti per altrettante tipologie di utenza, il cloud server da 29 euro al mese lo shared cloud hosting a 15 euro al mese.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest