L’egoismo del Web Designer



Sembra facile a dirsi, ma non altrettanto a farsi. Dobbiamo controllare l’amore per il nostro lavoro e ricordare che il sito non deve piacere a noi.

Riciclo il titolo di un Work Shop che anni fa, era il 2003, tenni al Webit di Padova, per conto dell’Associazione Italiana dei Web Designer, per tornare a discutere di questo importante aspetto del lavoro di Web Design.

Ogni giorno parlo con persone che mi dicono “hai visto com’è bello il sito che ho appena finito?

Non che ci sia qualcosa di male nell’apprezzare il proprio sito, badate, ma non dovremmo mai scordarci che questo non deve essere navigato da noi, non deve piacere a noi, ma deve piacere ai visitatori che riteniamo essere il suo target.

Troppo spesso, invece, per mostrare la nostra bravura e la nostra creatività, creiamo siti che piacciono a noi, senza preoccuparci del fatto che poi piaceranno anche ai visitatori. O, anche, tendiamo a ritenere che ciò che piace a noi, esperti, poi debba piacere anche agli altri e semmai sono questi a dover “imparare” qualcosa.

Ricordo ancora un sito nero, senza alcun simbolo, testo, pulsante. “Come si entra?” – chiedo – “Basta che giri col mouse, si accende un punto, se ci fai click sopra, sei dentro“. Già, perché la gente non ha altro da fare nella vita, che mettersi a girare col mouse sugli schermi, per vedere che succede :p

Mi chiedono spesso come mai un presunto bravo del web come me, abbia fatto realizzare un sito come maisazi.com, in cui lo sfondo è translucido, c’è una sorta di cucina casalinga con un frigorifero blu. Un layout poco professionale. Beh, va considerato che il sito non deve piacere a me. Io per me magari scelgo layout diversi, più orientati al giornalismo, ma quel sito tratta di enogastronomia, di pentole e coltelli, di corsi di cucina.

Ecco, questo intendo dicendo che dobbiamo liberarci dall’egoismo del Web Designer.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Grandissimo articolo! Veramente complimenti!
    Non sai che nervoso che ho dovuto mangiare quest’estate per un lavoro che mi hanno affibiato!
    Fare un database di tutti i comuni italiani mettendo tutte le informazioni come e-mail nome sindaco numero abitanti assessori e mail assessori e chi più ne ha più ne metta.Sai cosa rallentava il lavoro? Quei geniacci che per abbellire il più possibile la pagina di un sito comunale[in teoria serve per dare informazioni al cittadino o a chi servono] mettevano il testo in formato immagine togliendomi la possibilità di copiaincollare,quei geniacci che non mettevano in bella vista l’indirizzo o il numero di telefono del comune nascondendolo in qualche quadratino misterioso della pagina!..meglio che non ci penso :D

  • Dax, abituatici, vedrai che purtroppo capiterà ancora e troppo spesso :)

    La nostra è una battaglia persa :P

Pinterest