L’era di E-Book



Il primo Natale elettronico del libro italiano presenta un grande problema, sono arrivati anche da noi gli E-Book libri digitali) si leggono come tablet-Pc o come i-Pad o e-Reader (lettori dedicati).

Gli ultrà del progresso sono convinti di avere in mano la chiave della conoscenza, qualche conservatore ha minacciato lo sciopero della letteratura, ma di supporti in giro se ne vedono pochi e questo, come suddetto, è un grande problema.

I grossi gruppi editoriali intanto hanno istituito delle piattaforme per la distribuzione di E-book, come nel caso della Rcs libri con la E-digita e la Mondatori con la Biblet entrambe ingolositi dalla nuova tavoletta made in Italy, inoltre c’è anche la piattaforma del consorzio di editori indipendenti la Book Repubblic. 

Si possono trovare romanzi tutti come sulla carta, ci sono degli sconti rispetto all’equivalente cartaceo.

E’ cambiato il rapporto editore lettore per la prima volta ha più potere che legge. Ci sono delle previsioni con E-Reader perchè si faranno dei pacchetti d’abbonamento in comodato d’uso come se fosse un decoder.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest