Libero Mail: come sbloccare l’accesso POP in modo lecito



Libero è uno dei più noti portali italiani, ed i servizi di accesso ad Internet di 155 (Wind ed Infostrada) sono tra i più noti in Italia.

Libero offre la possibilità di creare una casella di posta elettronica dal dominio @libero.it (in passato erano disponibili anche altri domini, come @inwind.it) gratuita. Il servizio email di Libero è molto noto, soprattutto per la funzionalità Jumbo Mail, che permette di inviare files di grossa dimensione via email.

Il servizio di posta elettronica Libero Mail gratuito presenta, dal 2003, una limitazione: gli accessi POP sono limitati ai soli utenti che si collegano con un’offerta Internet Libero (inclusi i piani di navigazione mobile Wind e di ADSL Infostrada). Per bypassare la limitazione esistono tre soluzioni lecite:

1.) Utilizzare FreePOPs. Tale programma consente di aggirare i limiti dei server POP e di scaricare la posta sul proprio computer.

2.) Creare una casella Gmail, impostare il redirect della posta da Libero a Gmail ed impostare i dettagli della casella Gmail per l’accesso POP.

3.) Abilitare l’abbonamento Mail Plus. La tabella di confronto mostra le differenze tra il servizio gratuito e quello a pagamento: quello gratuito offre 1GB di spazio, mentre quello a pagamento ne offre 2. Il servizio Mail Plus, inoltre, prevede un filtro delle email pubblicitarie, l’assenza della data di scadenza dell’account, impostata dopo un periodo di inattività di 90 giorni, i filtri personalizzati, l’accesso da cellulare e, infine, l’accesso POP3/IMAP4 libero da ogni vincolo. Questa opzione, oltre ad essere la soluzione ufficiale al problema delle limitazioni POP, permette di avere delle funzionalità in più. Il costo è di €30 all’anno (allo stato attuale, per una promozione, il costo è di €19.95 all’anno.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest