Like jacking: la nuova moda “ruba-click” su Facebook



Il fatidico pulsantino “Mi piace” è diventato ormai una delle icone del fenomeno “Facebook” scoppiato negli ultimi anni. Praticamente su qualsiasi sito (tranne quelli non più aggiornati da anni) ormai  vi si può trovare questo piccolo gadget che serve a condividere in modo virale vari tipi di contenuti multimediali.

Uno dei passatempi  più in voga al momento, infatti, è quello di condividere ai propri amici del famoso social network ogni tipo di contenuto che si visualizza durante le proprie “scorribande” online: dai video divertenti, alle notizie curiose passando, in alcuni casi, per contenuti relativamente seri e di grande importanza sociale.

Tuttavia c’è sempre chi è pronto ad approffitare dell’occasione, adottando metodi alquanto “discutibili” per trarne benefici personali. Vari utenti in giro per il Web hanno infatti segnalato la presenza di questo speciale “link di condivisione” camuffato sotto altre immagini piuttosto che link testuali di diversa natura. Il fatto lascia pensare che diversi webmaster modifichino il codice html fornito da Facebook per inserire il gadget nei siti a proprio piacimento, camuffando di fatto il link per far cadere nella trappola più utenti possibili. Di certo eseguire questa operazione è relativamente semplice e, inoltre, sono ancora parecchi gli utenti che cliccano senza prima accertarsi bene se i link siano affidabili o meno.

Un ulteriore motivo, quindi, per prestare la massima attenzione a dove si punta il mouse ed evitare di fatto il dilagare di questa nuova “moda virtuale”, già rinonimata con il nome di Like Jacking che, supponiamo, porterà numerosi fastidi tra gli utenti di Facebook.

Annunci sponsorizzati:

Ricerche effettuate:

  • www​ maturebbwmovies com
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest