Linux: è questo il motivo per non usarlo?



Linux arrabbiato
Perché fa paura!”.
Ebbene si, anche se ti sembra incredibile o non vuoi crederci, questo è uno dei motivi per cui molti non hanno ancora fatto il grande salto.
C’è chi non lo vuole nemmeno provare attraverso gli innumerevoli Live CD (tipo Knoppix) .
Linux è un sistema operativo alternativo a Windows e Mac OS, che ha intrapreso una strada differente rispetto a questi ultimi;
Linux è stato sviluppato secondo criteri di stabilità e sicurezza, tralasciando per un lungo periodo la facilità di utilizzo per gli utenti non o poco esperti.
Ed è proprio questo fattore che ne ha influenzato per molti anni la sua diffusione. La fama di sistema operativo difficile da usare che si è portato dietro, ancora oggi prevale sulla sua ormai assodata facilità di utilizzo.

Ma non è così! Linux non è difficile da utilizzare.
Caro lettore, forse credi che troverai difficile avere a che fare con questo “nuovo” sistema, ma sappi che i vantaggi di passare a Linux sono enormi.
Facciamo alcuni esempi pratici:

1. Niente più virus

Si, Linux non si ammala!
Non è soggetto a virus, per cui hai il vantaggio di non dover pensare ad un antivirus con tutto quello che comporta (computer più lento, preoccuparsi di verificare che sia aggiornato, comprare un antivirus o prenderne uno a pagamento?)

2. Linux è gratis e libero

Suona strano? Eppure è così, Windows lo paghi, come parte del computer che hai acquistato.
Inoltre non è tuo, ti viene solo concesso in licenza; non hai l’autorizzazione a copiarlo, darlo ad altri, ecc…
Di Linux invece puoi farne ciò che vuoi, senza essere additato come un “pirata” se lo copi o lo passi ad un amico.

3. Un sacco di programmi gratuiti

Di alto livello, senza dover sborsare ulteriori quattrini (o peggio farseli installare abusivamente dall’amico smanettone)

E allora, se vuoi approfondire (e ti consiglio di farlo!), segui questo articolo che approfondisce il tema “Cos’è Linux?“.

Buona lettura!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Beh, è anche possibile che molta gente faccia fatica ad utilizzare Windows, figuriamoci a configurare certe cose sotto Linux, no?

    Bell’articolo comunque, complimenti!

  • Concordo. Ho avuto il privilegio di poter introdurre alcune persone verso questo “nuovo” mondo e devo dire però che hanno incontrato più o meno le stesse difficoltà sia con Windows che con Linux.

    Grazie per il complimento! Buona giornata!

  • totyl

    uso Linux da molti anni (ho iniziato con redhat 6.2) e da allora sono stati fatti dei progressi incredibili ma per quanto sia diventato e diventi sempre più semplice non è ancora plug&play come windows non al momento almeno.Quindi sebbene sia diventato graficamente il più bel sistema,sebbene sia sempre stato più stabile e sicuro sebbene sia completamente mio e personalizzabile al 100% non è ancora semplice come la concorrenza

  • Concordo con totyl, il problema è proprio quello…

  • Ahimè si, c’è una forte resistenza da parte dei produttori di hardware a fornire anche solo le specifiche dei loro prodotti.
    Sulla questione p&p l’utente potrebbe trovarsi in difficoltà con alcune periferiche. Per l’utilizzo “tipico” (email, internet, penna usb, fotocamera, ecc) invece è semplice alla stregua della concorrenza. Almeno per quanto concerne la mia esperienza su utenti non troppo “smanettoni”…

  • forinfinity

    Uso ormai da anni linux Mandriva in dualboot con xp. …La mia partizione xp è piena di ragnatele perché imparato ad utilizzare linux si vede l’abisso che c’è rispetto a microsoft. Dalla sicurezza all’aspetto grafico che è strabiliante…c’è un abisso di differenza!
    Di anno in anno linux diventa sempre più semplice. Così come ormai la maggior parte delle periferiche sono supportate.E in caso di problemi ci sono gli appositi forum dove trovi gente pronta ad aiutarti “gratuitamente”
    L’unica pecca che posso trovargli è che per installare un qualsiasi software bisogna avere una connessione internet continua.

  • Bako

    Vorrei precisare alcune cose:

    1. Dire “Linux” è inappropriato e sminuisce la filosofia di software libero quindi va sempre scritto come GNU\Linux

    2. Dire che Linux è sicuro non c’è scritto da nessuna parte. Possiamo dire che probabilmente è PIU’ sicuro rispetto a sistemi proprietari. Nessuno ha interesse ad arrecare danni a tali sistemi e di conseguenza non possiamo verificare la concretezza di tale affermazione.

    3. Dire che Linux non si “ammala” è falso! Un virus non è altro che una applicazione che crea un danno e come tale creerebbe un danno anche a sistemi Linux. Inoltre esistono software antivirus x linux e possono essere installati come ulteriore protezione (ovviamente PER ORA nessuno ha intereese).

    4. Non bisogna confondere “software libero” con “open source”… oggi la maggior parte degli applicativi per Linux sono in maggioranza sia a codice sorgente aperto sia distributi gratuitamente… ma domani?
    come già sta succedendo per alcune distribuzoni, la semplicità di utilizzo ricade sul pagare un prezzo!

  • x Bako:
    Mi rendo conto che l’articolo può contenere “leggerezze” agli occhi di esperti. Purtroppo però spesso, proprio nel tentativo di scrivere su GNU/Linux con termini e concetti assolutamente esatti, si rischia di perdersi per strada la gente, l’utente che non conosce termini come GNU, Open Source e Free Software. L’intento dell’articolo era stimolare curiosità, anche a discapito del rigore…

  • Bako

    Va benissimo stimolare e incentivare la curiosità ma disinformare no! Purtroppo oggi giorno proprio x queste “leggerezze” che troviamo migliaia e migliaia di articoli che riportano una minima parte del contenuto rispecchiante la verità. Stiamo trattando tali argomenti su siti che che si fregiano di nomi altisonanti come informatica e tecnologia dell’informazione, se il messaggio parte sbagliato proprio da tali punti di immissione è meglio cambiar nome… ad esempio pizza e birra da zio Michele!

  • Grazie Bako per la tua opinione

  • luigi

    L’importante è che sia open source non che sia gratis! finchè il software è open è possibile ridistribuirlo tranquillamente.Le versioni a pagamento già esistono(red hat , xandros , mandriva , suse etc etc) alcune di queste fanno anche una versione gratis , altre no , sta di fatto che ci sono centinaia di distribuzioni e pensare che diventono tutte a pagamento è pura fantascienza :)

  • rudder

    Bako………..ma per piacere

    Ps:un recente studio dimostra che i saccenti che girano sui forum non sono simpatici

    vuoi che ti indichi per correttezza dove anno fatto lo studio??Credimi meglio che non te lo dico

  • rudder: non avrei saputo usare parole migliori, grazie mille!
    luigi: concordo in pieno, la filosofia open source è, secondo me, la strada maestra per la condivisione del sapere

  • patrizio

    Bako… ma facci veramente il piacere… stai zitto.
    Linux e’ di fatto estremamente piu’ sicuro di os proprietari e commerciali. E’ un dato di fatto e basta. Che la ragione dalla sua maggiore sicurezza sia il fatto che e’ preso meno di mira a causa della minore diffusione e quindi monore possibilita’ di far danno ti smentisco. Internet poggia si sistemi linux like e su linux. Se uno volesse far danno dovrebbe proprio colpire linux. La stagrande maggiornza dei super compiuter al mondo (compiutee adibiti alla difesa degli stati, esercito ecc) ha come os linux

  • Bako

    Ragazzi metto in chiaro alcune cose…

    Prima di tutto la mia è stata una precisazione (potete notare il mio primo commento ) e successivamente ho dato la mia opinione su quello che deve essere l’informazione e sopratutto la sua correttezza!

    La seconda premessa è che NON ho additato contro nessuno e ne tanto meno contro l’autore dell’articolo, quindi non ritengo opportune certe spavalderie di alcune persone che probabilmente non sanno cosa significhi dialogare e discutere!

    Con questo concludo, io sono 1 sostenitore del software libero e lo sono da circa 12 anni! Mi batto attivamente contro il software proprietario e sono membro della LUG della mia zona. Lavoro tutti i giorni con il kernel di linux e mi occupo soprattuto del protocollo di trasposto TCP e del controllo di congestione in reti a banda larga!

    Io non sto zitto! Il mio intento è in primis quello di divulgare tale filosofia, corretta e precisa. Linux non è una moda del momento solo perche ora tutti ne parlano e ne tanto meno una pubblicità, se veramente credete a tale progetto parlatene anche voi ma rispettate le “regole” del progetto GNU e della licenza GPL!

    Con questo auguro un saluto a tutti! :)

  • joker

    haaaaaaaa hai detto linux e non GNU/linux non verrai mai perdonato per questo……….guarda che sei proprio tu che dovresti imparare a dialogare le menate da saputello e le spavalderie sono uscite prima da te che da altri.Per ogni situazione esiste un tipo di comunicazione il tuo tipo qui è fuori luogo oltretutto inoltre se tutti ti dicono che stai andano contromano e ti urlano contro è inutile che continui a strombazzare con il clacson

  • carina la metafora del clacson :)
    Dai, direi che la speranza è che l’articolo serva ad insinuare un pò di curiosità verso (GNU/)Linux e spingere a chi ha paura del cambiamento a prendere la cosa con più serenità…

  • Auror@

    Secondo me vi state accanendo troppo sulla situazione. L’articolo scritto da feddar è un incentivo a muoversi versi nuovi sistemi operativi ed è bene che se ne parli! Bravo! Poco importa se è Linux o GNU/Linux…. Voglio spezzare pero’ una lancia a favore di Bako. in fin dei conti non ha detto nulla di sbagliato, ha voluto rendere l’articolo + vicino alla verità! Insulti sterili lasciateli fuori! Apprezzate le correzioni altrui! In fin è il modello di Linux .. ops GNU/Linux :)

    Ciaoooo

Pinterest