Lista dei Social Network Operativi 2011



Ormai sono tantissimi. In rete milioni di utenti condividono foto, musica, e contenuti in generale su portali di ogni specie e tipologia. Scegliere il più appropriato alle proprie esigenze non è facile e molti nemmeno sanno dell’esistenza di alcuni. Da qui l’idea di redarne una lista. Vi propongo i più conosciuti e popolati (assolutamente in ordine sparso):

www.facebook.com – Conosciutissimo ha 600 MILIONI di utenti circa (la metà si connette quotidianamente), 18 milioni sono Italiani su un totale di 30 milioni che sono la popolazione Italiana effettivamente navigante. E’ un social generico, sul quale si condivide di tutto. L’idea del sito, di Mark Zuckerberg, sul quale è stato girato anche un film di successo (“The Social Network”) ha ormai 7 anni e sembra inarrestabile. Pecca del sito, occasionali instabilità della piattaforma, che spesso divengono ripetitive e fastidiose, come la pubblicità di cui è stato rimpinzato.

www.myspace.com – Diretto concorrente di Facebook, conta più di 200 Milioni di utenti. Myspace, è un social network, che mette a disposizione di ogni utente che si iscrive una sua pagina, un blog e la possibilità di caricare foto.
All’interno di myspace puoi cercare persone per affinità, interessi o provenienza e richiedere loro l’amicizia. Una volta accettata la richiesta di amicizia si crea una sorta di collegamento con l’altra persona che ti permette di essere aggiornato quando l’altro modifica il suo profilo, aggiunge foto o posta un nuovo blog e in più puoi postare dei commenti sul suo space. Molto usato da gruppi musicali e cantanti, permette di mettere online propri contenuti a scopo pubblicitario/promozionale. Pecca del sito, non è troppo intuitivo da utilizzare.

www.asmallworld.net – E’ un Social diciamo ESCLUSIVO. Infatti ne fanno parte personaggi soprattuto di rilievo e conosciuti, sarebbe quasi un gruppo chiuso, se non fosse che ci si può entrar a far parte se qualcuno già iscritto ”ti concede” l’iscrizione. Proprio per questo è penalizzato e poco conosciuto. Conta dunque poco meno di 300.000 iscritti e l’età media è di 32 anni.

www.linkedin.com – Social network professionale o meglio lo potremmo definire un social networking, perchè proprio di networking LinkedIn si occupa, ovvero, tradotto in italiano, di creare e intrattenere relazioni online: in una parola, fare network. A differenza di Facebook, Linkedin non si costruisce più sugli amici e sulle conoscenze reciproche, ma sui contatti professionali. Il servizio di social networking è uno strumento efficace per cercare lavoro, clienti e interazioni professionali. Per questo è importante usare LinkedIn in modo corretto, sfruttandone tutte le potenzialità. La pecca c’è ed è che è completamente in lingua inglese. Le statistiche parlano di 100 milioni di utenti attivi.

www.hi5.com – E’ fatto per combinare incontri (un pò come badoo – vedi più avanti). Molto importanti in questo social sono le fotografie, che stanno al centro della ricerca e fondazione delle conoscienze su di esso. Pecca sicuramente di numero d’iscrizioni (molto poche) e talvolta le foto, sono superficiali e poco attinenti nonostante siano così al centro della condivisione. Non abbiamo statistiche certe sugli iscritti a questo social network.

www.orkut.com – Comunica con amici e familiari utilizzando gli scrap e i messaggi immediati, conosci persone nuove tramite gli amici degli amici e le comunità, condividi i tuoi video, le tue foto e le tue passioni in un’unica pagina. Utile a promuovere quesiti e ottenere risposte dagli utenti. Un pò una minestrina riscaldata, assolutamente in rotta di collisione con Facebook, anche se per numero di iscritti, non c’è paragone, infatti qui dovrebbero pullulare 67 milioni di utenti.

www.friendster.com – Lo scopo di Friendster è di aiutare le persone a trovare nuovi amici, rimanere in contatto e condividere contenuti e media online. Il sito viene anche utilizzato per darsi degli appuntamenti e scoprire nuovi eventi, band musicali, hobby ed altro. Gli utenti possono condividere video, fotografie, messaggi e commentare con i loro amici attraverso il profilo e la loro rete. Ha più di 90 milioni di utenti registrati e più di 61 milioni di singoli visitatori al mese. Vengono visualizzate approssimativamente 19 miliardi di pagine al mese ed è tra i 100 siti al mondo più visitati. Più del 90% del traffico di Friendster viene dall’Asia, dove questo social ha più singoli visitatori mensili di qualsiasi altro social network. I dieci paesi con più accessi a Frienster, secondo Alexa.com, al 7 maggio 2009 sono le Filippine, Indonesia, Malesia, Corea del Sud, Stati Uniti, Singapore, Cina, Giappone, Arabia Saudita e India.

www.viadeo.com – Il Gruppo Viadeo offre soluzioni di sviluppo della rete e opportunità di business sia a livello locale e globale a oltre 25 milioni di persone professionali. Il gruppo è molto attivo nel mercato asiatico attraverso Tianji.com ApnaCircle.com in Cina e in India. La società impiega attualmente 200 persone. Poco conosciuto e anche poco frequentato è dunque destinato ad un impiego più professionale che personale.

www.xing.com – Per i pochi che ancora non lo conoscono, è il leader in Europa dei Business Social Network, il luogo “virtuale” dove gli utenti italiani possono trovare un valido strumento utile e all’avanguardia per trovare lavoro e costruire relazione di valore. Piattaforma all’avanguardia anche per la possibilità di essere consultata sui cellulari e sui palmari (compreso l’i-Phone con applicazione specifica, accattivante e molto pratica da utilizzare) per dare modo all’utente di essere sempre connesso al suo network e non perdere la possibilità di nuovi aggiornamenti. Di notevole riguardo il concept che XING sviluppa rispetto al rapporto delle varie lingue madri, grazie ad un’interfaccia personalizzata disponibile in 16 idiomi diversi. La realizzazione concreta di contatti non è solo “virtuale” ma reale, attraverso la funzionalità Eventi e la possibilità di seguire il percorso di ogni singolo utente “senza intermediari”. Con il successo dell’entrata in borsa nel dicembre 2006 – prima impresa Web 2.0 – XING AG ha influenzato in maniera determinante la qualità del trend del social networking professionale; solo nel 2008 sono stati 7 milioni gli utenti iscritti, in un crescendo continuo. La forza di XING, oltre alla concreta possibilità di interazione che è illimitata anche per utenti non Premium, è quella di consentire ai singoli e alle aziende di valorizzare il proprio patrimonio di relazioni, di trovare risorse nascoste nel proprio interno e nel network.

www.lastfm.com – Non è un semplice social network. Lastfm è un’autentica risorsa per scovare gruppi musicali di “sottobosco” molti dei quali sono destinati a non emergere, per le diverse difficoltà di natura economico/pubblicitaria che esistono nel mondo della musica. Tramite questo SPLENDIDO social, è possibile condividere musica, ricercarla e cercare affinità ai propri gusti musicali. La ricerca mediante tag, permette ad ogni utente di scrivere il nome di un gruppo e trovare tutti gli altri musicisti simili per genere. Molto raccomandato.

www.livejournal.com – LiveJournal (spesso anche Lj) è il nome di un provider di weblog che permette agli utenti Internet di mantenere un diario online (o journal). È anche il nome di un software lato server, open source, che è stato progettato per questo scopo. Un gran numero di funzioni distinguono LiveJournal dagli altri siti per blogger, uno di questi è la “Pagina degli Amici” (“Friends Page”), una lista dei messaggi più recenti dei blogger che un utente ha aggiunto alla sua “Friend List” — trasformando LiveJournal in una comunità di blog interconnessi tra loro, e portandola verso l’essere un social network software. Un’altra funzionalità tale da distinguersi è senza dubbio l’impiego del sistema di template S2, per consentire agli utenti di personalizzare il look e le caratteristiche funzionali dei loro weblog. LiveJournal si differenzia dagli altri siti per blogger grazie a caratteristiche WELL-like di una comunità auto-sostenuta nonché a funzioni di social networking che ricalcano quelle di Friendster. LiveJournal è stato fondato nel 1999 da Brad Fitzpatrick come uno strumento per tenere aggiornati i suoi amici delle superiori circa le sue attività.

www.skyrock.com – E’ un sito internet di tipo social network su cui è possibile creare un blog, un profilo, e scambiare messaggi con gli altri membri iscritti sulla piattaforma. È possibile anche creare dei music blog (blog contenenti dei brani musicali). Anche qui la minestrina è un pò riscaldata…pochi utenti, poche le novità proposte. E’ poco conosciuto in Italia e ha poche utenze effettivamente attive.

www.bebo.com – Altro social network su cui si condivide di tutto, adatto sia a professionisti, che per scopi privati. Ci sono i blog, le molteplici condivisioni, e la videochat, che non tutti hanno su facebook. Qui le utenze sono alte.

www.badoo.com – Social network costituito per combinare incontri tra persone dal vivo. La novità stà nel metodo di ricerca, che nel rispetto assoluto della privacy, vi permette di ricercare per affinità e aspetto fisico le persone “a km di distanza”. Infatti è possibile stabilire entro che distanza volete ricercare la vostra anima gemella e badoo vi presenterà una lista di persone “disponibili”. Vi verrà richiesto il gradimento e se questo sarà reciproco, l’incontro avrà luogo. L’idea era molto originale e ben curata, fino a che è stato incentivato il pagamento di alcuni servizi. Ad oggi infatti alcune funzionalità risultano a pagamento e questo sicuramente penalizza il sito.

www.netlog.com – E’ un Socian Netwok belga molto diffuso in italia e in Europa in generale con più di 35 milioni di iscritti. Conosciuto anche come Facebox o Redbox. Netlog asce nel 1996 dall’incorporazione dei maggiori social network dell’epoca presenti in Europa. La stragrande maggioranza degli utenti (ben il 28%) sono italiani. Nell’autorevole classifica di Alexa al momento Netlog risulta essere l’11° sito più popolare in assoluto. I membri di Netlog possono creare un loro spazio web ed iniziare ad allargare il proprio social network aggiungendo amici, unendosi ai gruppi (clan), condividendo video e foto, musica, eventi, scrivendo post, pubblicando playlist musicali. L’utente gestisce e personalizza il proprio profilo, personalizzandolo a suo piacimento, nel quale può inserire un guestbook con le attività degli amici. Egli può “lanciare un urlo”, ossia un’affermazione che lo definisce, in homepage. Netlog obbliga gli utenti a seguire precise norme di sicurezza: si devono accettare regole contro il razzismo, evitare comportamenti offensivi e indisciplinati, rifiutare la pornografia. In effetti nella community ci sono moltissimi ragazzi minorenni. Non manca la chat, ovviamente. Insomma Netlog assomiglia un po’ a MySpace, FaceBook e a Badoo ma racchiude anche l’aspetto professionale di LinkedIn. Un po’ community, un po’ rete sociale dunque, dove socializzare e mettersi in mostra.

www.shidonni.com – Social network dedicato agli utenti under 12. Consente ai giovani iscritti di disegnare personaggi immaginari e di farli giocare con quelli dei propri amici. I media ne parlano come di un “social network” per bambini analogo a Facebook, ma in realtà le interazioni con utenti sconosciuti non sono previste dal sistema e quindi i piccoli utenti possono rapportarsi solo con altri bambini incontrati dal vivo. Per rassicurare ulteriormente i genitori, è importante sapere che i canoni di tutela della privacy sono talmente alti da aver fatto guadagnare al sito – nello scorso settembre – un premio dalla Coalizione per la sicurezza su Internet. L’obiettivo della community dovrebbe essere quella di eliminare violenza e sentimenti negativi, disegnando un mondo ideale abitato da personaggi fantastici e positivi: indispensabili sono quindi un’interfaccia molto amichevole e una grafica molto colorata, mentre per interagire è necessario installare sul computer Microsoft Silverlight, un componente multimediale aggiuntivo del sistema operativo. Il concetto da cui nasce il sito è molto semplice, come spiega Ido Mazursky: “Il bambino disegna il suo personaggio o qualsiasi oggetto desideri e noi gli diamo vita”. Infatti il sistema funziona come una specie di Tamagotchi in versione web: tracciata la sagoma, il personaggio creato prende vita e comincia a crescere, evolversi e interagire con il proprio padrone e con gli altri utenti di Shidonni; proprio come per il Tamagotchi, il bambino è responsabile della crescita della propria creazione e può dotarla di cibo e casa; il personaggio disegnato dal bambino diventa poi protagonista di tutti i game online presenti sul sito. Una novità assoluta è poi rappresentata dalla possibilità di farsi confezionare un peluche molto simile al disegno originario. Questo social è molto simile a www.habbohotel.it che è invece destinato a maggiorenni, ma molto simile e perciò non è stato redatto, ma è comunque molto valido.

www.anobii.com – Dedicato ai libri, su aNobii puoi registrare e catalogare ogni libro che hai letto,e allo stesso tempo aggiungere nella ”lista dei desideri” i libri che vorresti leggere. C’è la possibilità di vendere e comprare, o commentare i libri. Essendoci altri utenti dai gusti similari è possibile ricercare utenti per affinità/compatibilità dato dal numero di libri in comune sia letti che desiderati. aNobii ha anche un motore di ricerca all’interno del sito, che permette di cercare i libri da aggiungere alla tua lista o libreria. Puoi cercare un libro su aNobii, nella libreria di un utente, o nella tua stessa libreria se cerchi un libro specifico.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest