Logotipo, Googlemania e la nascita dei DOODLE



Ultimamente Google si sta divertendo a cambiare il proprio logo giornalmente ed il popolo del Web sembra apprezzare quest’iniziativa della casa di Mountain View tant’è che è scattata una febbre da Google logo, o se volete una Googlemania! Vediamo insieme com’è nato e com’è cambiato nel tempo quello che oggi siamo abituati a definire DOODLE.

Il primo LOGO di GOOGLE è nato nel 1997, ideato da  Sergey Brin e da Larry Page i due fondatori della Big G. Ricordiamo che in questo primo logo era presente anche il punto esclamativo, copiato da yahoo! e che venne realizzato utilizzando Gimp il programma freeware per il fotoritocco. Con il tempo siamo arrivati a quello attuale, con qualche modifica e con l’eliminazione del punto esclamativo.

Il primo Google DOODLE fa la sua apparizione nel 1998 con un richiamo al Burning man, un festival che si tiene a Black Rock City.

Seguono i Loghi dedicati a personaggi famosi o eventi particolari, ricorrenze e anniversari.

Tra i più famosi ricordiamo quello dedicato al Giorno della Bastiglia, uno dei primi, quello dedicato a Leonardo Da Vinci, Einstein, Tesla e tutti gli altri inventori o personaggi storici.

Tutti sicuramente ricorderanno Pac Man, celebre giochino in voga negli anni 80, al quale Google ha dedicato il suo logotipo nel 2010, con la possibilità di giocare direttamente dalla pagina principale.

Tutti i Doodle sono disegnati da Dennis Hwang, anche se saltuariamente GOOGLE permette agli studenti di cimentarsi nella progettazione di logotipi (DOODLE4GOOGLE) su di un argomento ed elegge poi un vincitore il quale vedrà esposto il suo capolavoro sulla Home di google per una giornata intera.

Non mancano le celebrazioni degli eventi tristi o di lutto, in questi giorni infatti la scritta Google rimane incolore.

Negli ultimi giorni abbiamo assistito a dei DOODLE un po’ particolari, quasi scherzosi e senza un particolare significato, se non la celebrazione di HTML5, con il quale sono stati realizzati, ricordiamo le Palline e la scritta che si colora man man che si digita la parola da cercare.

Sicuramente Google risulta più simpatica e questi piccoli cambiamenti risultano apprezzati da tutti gli internauti che ogni mattina hanno un buon giorno diverso dal solito…

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest