L’UDC cambia nome: bando di gara sul web



L’UDC, il partito guidato da Pier Ferdinando Casini, ha deciso di cambiare nome e per questo si affida ai creativi della rete Internet.
Il nuovo nome e il nuovo logo del partito, dovranno essere creati secondo il seguente criterio ispiratore : “Una realtà politica che superati i criteri di destra e sinistra, vuole rappresentare non un semplice centro, ma l’estremo centro italiano. In essa confluiranno non solo l’UDC, ma tutti coloro che si riscontrano nel processo di creazione di un ‘Partito della Nazione’, inteso come una nuova casa politica per tutti i liberali, i moderati e i riformisti italiani. Un partito che sarà etico, democratcio, innovativo e coraggioso”.

Per creare il brand di questo nuovo partito, gli uomini di Casini hanno indetto una gara su Bootb, il sito di “brand building” dove sono registrati oltre 20.000 “cervelli creativi” provenienti da più di 150 paesi. E’ la prima volta, almeno per la politica italiana, che una operazione del genere viene affidata ad un sistema di crowdsorcing, ed è quindi una grande occasione per tutti i creativi italiani e non solo – professionisti o dilettanti – quella di poter essere scelti come gli ideatori di nome, logo e slogan di un partito politico.

Il bando di gara è disponibile sul sito bootb.com dal 12 settembre e le creatività potranno essere inviate entro il mese di gennaio 2011. Decisamente basso, però, il budget che si aggiudicherà il vincitore, appena 5.000 dollari, una inezia se si pensa ai soldi quotidianamente sperperati dai nostri politici (di ogni razza e colore, ovviamente!). Il creativo vincente potrà però mettere nel suo portafoglio un nome comunque prestigioso in un settore come quello della politica che in Italia, si sa, fa sempre curriculum!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest