Mac e/o PC la guerra continua…chi scegliere?



Tutti conosceranno la rivalità fra Microsoft ed Apple, nel corso degli anni abbiamo visto pubblicità, sfottò, e dichiarazioni al di sopra delle righe tra le due contendenti del mercato informatico.

Apple ha sempre preso in giro, come nel caso dello spot “Get a Mac” i rivali di Microsoft, senza mai perdere nemmeno un’occasione per lanciarle delle frecciatine.

Ultimamente anche l’azienda di Bill ha intrapreso una strada simile, creando addirittura una pagina web dove spiega perchè un PC è meglio di un MAC. Tra le varie indicazioni troviamo l’impossibilità di giocare a certi giochi con un computer di casa Apple, la difficoltà di gestire certi documenti (ad esempio excel), l’espandibilità di un pc… ecc.

Ma vediamo nel dettaglio cosa differenzia veramente un Mac ed un PC. Personalmente ho eseguito lo SWITCH un paio d’anni fa, cosa c’è di meglio allora che raccontarvi la mia esperienza?

Premetto che sono sempre stato un utente Windows e che, a parte la poca stabilità del sistema e il rischio di dover formattare un po’ troppo spesso, non mi sono trovato poi così male come molti utenti Apple lamentano. Ho deciso di cambiare, affascinato dallo stile che la casa di Cupertino lascia trasparire e per l’affidabilità dei prodotti, una bella spinta in questa direzione mi è stata data dalla mia esperienza con l’Iphone e l’assistenza che Apple ha saputo garantirmi.

Così, deciso a cambiare, cerco ciò che fa per me e parto con la voglia di imparare a “riusare” il computer. Si, avete capito bene, dico riusare perchè un Mac è molto diverso da un PC ed i primi tempi non sono stati affatto felici… Senza dubbio Snow Leopard è molto più intuitivo di Windows, ci basti pensare che per disintallare un’applicazione/programma ci basta prenderla e metterla nel cestino, altro che il percorso: START/PANNELLO DI CONTROLLO/INSTALLAZIONE APPLICAZIONI/RIMUOVI/AVANTI/AVANTI/FINE/RIAVVIA in stile Microsoft. D’altro canto c’è da dire che si tratta di un sistema nuovo e al momento del cambio ci si trova a dover cercare i programmi più usati e le applicazioni preferite in ambiente Windows che spesso su Mac sono assenti o poco sviluppate. Niente paura, basteranno un paio di settimane per abituarvi e trovare quello che fa per voi anche qui. Sul sito di Apple appare anche una sorta di guida all’introduzione e all’uso dei sistemi Mac e negli Apple Store i commessi vi aiuteranno ad entrare nell’ottica di questo sistema operativo tenendo addirittura dei corsi.

Riassumendo chi possiede un PC e sta pensando di passare ad un Mac deve tener conto di queste cose: lascerà alcuni dei suoi programmi per sostituirli con altri e si troverà un computer non espandibile e abbastanza costoso, ma allo stesso tempo potrà godere di un’assistenza fantastica, di una sicurezza mai vista prima (i virus per mac sono pressochè  inesistenti) e utilizzerà un sistema intuitivo e molto più veloce dall’avvio allo spegnimento rispetto a prima. Sulla poca espandibilità dei MAC c’è da dire che restano sulla cresta dell’onda per parecchi anni, anche se i modelli cambiano in fretta la potenza dell’Hardware ci permette di essere sempre all’avanguardia con tutti i programmi, anche i più pesanti.

A voi la scelta… e poi potete sempre utilizzare Win su Mac grazie a software specifici, cosa che non si può fare dall’altra parte…

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest