Malware per il Bios: Mebromi



Un virus per il Bios sembra la cosa peggiore da ritrovarsi, durante una giornata e, purtroppo, diversamente da quanto si pensi, è possibile che qualcuno ne sviluppi uno.

In passato è già successo, alla fine degli anni ’90, ma oggi qualcuno ha pensato bene di riproporre questo metodo di attacco, con qualche variazione sul tema.

Mentre i vecchi virus del bios si limitavano a impedire l’accensione del PC, quello rilevato ultimamente da un’azienda cinese, un malwere di nome Mebromi, permette il riavvio del PC, e poi attacca il sistema, nel caso sia windows 2000, XP o Server 2003. Praticamente infetta il disco fisso, in modo da rovinare alcuni processi fondamentali del sistema operativo.

E’ ovviamente un grosso problema, che non può essere risolto con un normale antivirus, che si limita ad analizzare il disco fisso, ma va preso in seria considerazione da parte dei produttori di schede madri.

E’ difficile che questa minaccia si diffonda su larga scala (lo sviluppatore dovrebbe scriverlo per un gran numero di bios diversi) ma la pericolosità è alta.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest