Microsoft fa concorrenza a Google(il nuovo motore di ricerca Bing)



Google, il più famoso motore di ricerca del web, avrà ben presto un nuovo concorrente. Anzi lo ha già, anche se in fase beta. Infatti Microsoft ha da poco ufficializzato e messo in opera con una beta pubblica il suo motore di ricerca, denominato Bing.

Windows live search, il “nonno” di Bing, non aveva avuto il successo sperato, quindi la ditta di Bill Gates ha deciso di contrastare Google, con una nuova idea: un motore di ricerca definito “decisionale”.

In poche parole, esso non offre i risultati in base alla semplici parole digitate, ma cerca di capire i possibili motivi per cui si è ricercata quella determinata cosa, così da dare risultati più consoni alla richieste dell’utente (siccome è ancora in fase beta, questa funzione avanzata appena enunciata, per ora è disponibile solo se scegliete “Stati Uniti” come Paese; poi in seguito sarà allargata a tutti gli stati).

Se per esempio digitate:”New york”, invece di darvi tutti i risultati, essi saranno divisi tra: weather(tempo metereologico), attractions(attrazioni), map(mappa), tourism(turismo), travel(viaggio). In questo modo la ricerca risulta più facile, senza doversi scervellare troppo.

Infatti l’obiettivo di Microsoft è quello di far in modo che il numero di ricerche a vuoto (cioè senza un risultato soddisfacente per l’utente) diminuisca notevolmente e, devo dire, effettivamente che il tutto sembra funzionare bene. La grafica del sito è piacevole: invece di una sobria schermata bianca, troverete una foto ad alta risoluzione sullo sfondo, che cambia a rotazione ogni tot visite. Inoltre pozionando la freccina del mouse sul fianco destro di ogni risultato, comparirà un puntino arancione; cliccandoci su, vedrete una sorta di anteprima della pagina, così da capire effettivamente il sito che andrete a visitare. Ne sono rimasto colpito.
La domanda che nasce è:
Ecco il link di Bing:
Bing
20090711immagine3

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • provato bing, risultato: vale 1/3 di google

  • In effetti, a mè stà ricerca “decisionale” non serve affatto.
    Non lo dico per cattiveria ma è proprio così, al massimo potrà andare per gli utenti medi. Anzi forse puntano proprio su di loro…..

Pinterest