Microsoft investe nel cloud-computing



Anche Microsoft, azienda nota perlopiù per i suoi software installabili, si rende conto delle potenzialità del cloud-computing, ovvero del concetto di memorizzazione dei propri dati e di utilizzo dei servizi, in ambiente online. Nonostante il cloud-computing rischi un calo di interesse dato dalla recente chiusura dei servizi Megaworld (molti utenti hanno perso dati leciti caricati su MegaUpload, MegaVideo e altri siti analoghi), il cloud-computing può comunque continuare a svilupparsi e ad evolversi nei prossimi anni.

 

 

Microsoft si è resa conto delle potenzialità del cloud-computing, tanto che ha deciso di espandere il data-center di Dublino (Irlanda), che serve tutta l’area EMEA. L’azienda di Redmond ha investito circa 130 milioni di dollari e ha creato circa 400 posti di lavoro temporanei e da 50 a 70 posti di lavoro definitivi.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest