Migliorare i ritratti con GIMP



http://www.giuseppelabua.it/wp-content/uploads/2007/10/logo_gimp.jpg

Volete fare un regalo alla vostra fidanzata, presentandole una sua foto con qualche “ritocco”, ad esempio togliendo qualche rughetta (d’espressione, si intende) o quelle fastidiose occhiaie oppure quei punti neri etc.?

Ecco un breve tutorial di come fare questo con GIMP 2.4, in maniera molto più semplice di quel che credete.

1) Caricare un’immagine. E’ bene che l’immagine in ingresso abbia una risoluzione elevata, diciamo 300 DPI. Se così non dovesse essere, il risultato potrebbe non sembrare naturale, vanificando il lavoro del ritocco. Se proprio non ne avete una a 300 DPI, provate a ridimensionarla.

2) Appena caricata l’immagine, andiamo nella finestra dei livelli e duplichiamo il livello. Tasto DX del mouse ->Duplica livello.

Da adesso lavoriamo sul livello duplicato

3) Innanzi tutto rimuoviamo tutti i punti neri troppo evidenti. Non è necessario fare un lavoro di fino, basta una cosa grezza con lo strumento”clona”. Se sono piccoli basta addirittura cancellarli con un pennello di un colore che sta nelle vicinanze. Ribadisco: un lavoro approssimato, fatto bene ma approssimato, fa nienet anche se si capisce che c’è stato un ritocco.

4) Facciamo sparire tutte le rughe e le imperfezioni applicando una sfocatura gaussiama: Filtri -> Sfocatura -> Gaussiana. Come diametro consiglio di non scendere mai sotto i 30 pixel (dipende anche dalla risoluzione, dopo un po’ ci si fa l’occhio), anche 40 vanno bene. Non preoccupatevi del risultato, deve essere abbastanza sfocata. La cosa importante è che siano sparite le rughe e le imperfezioni, il resto lo sistemiamo dopo.

5) Adesso bisogna applicare un po’ di rumore per rendere più simile a una foto vera il risultato. Filtri -> Disturbo -> Disturbo RGB. Un valore di 0,25 può andare bene. Il disturbo deve essere non correlato e indipendente.

6) Il rumore va anch’esso filtrato perché così com’è contiene troppe frequenze alte, quindi applichiamo ancora il filtro gaussiano, stavolta però un po’ più delicato, diciamo tra 5 e 10 pixel.

7) Torniamo sui livelli, clic col destro sul livello copiato -> Aggiungi maschera di livello -> Nero. Tutto il lavoro che abbiamo fatto “sparisce” a causa della maschera e rivediamo l’immagine originale.

8) Adesso viene la parte delicata: con un pennello sfumeto bianco, con una pressione diciamo del 50%-70% (in alcuni casi si può aumentare), procediamo a pitturare le zone rugose e con imperfezioni. Gradualmente si rivelerà l’immagine soprastante (mascherata). E’ più difficile spiegarlo che farlo, comunque.

Con questa semplice tecnica si possono ottenere dei miglioramenti incredibili alle vostre foto. Provare per credere!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
  • Da provare…può essere un bel regalo :D

Pinterest