Modifica Wii Software GRATIS: tipi di modifica – Come leggere dischi non originali (COPIE DI BACKUP)



Diciamoci la verità: capita a TUTTI di graffiare i dischi dei nostri giochi, indipendentemente dalla console che utilizziamo. E diciamocela tutta: spesso i danni sono permanenti, e rimanere con un CD da oltre 50 euro praticamente inutilizzabile (DA BUTTARE!) fa andare davvero in bestia.

Certo, i giocatori di una certa data saranno di certo felici del fatto che ora, grazie a memory card e memoria interna delle console, i salvataggi non rischiano di perdersi col gioco,  ma i danni pecuniari rimangono ugualmente, e questo non ci lascia soddisfatti. Oggi è della stupenda consola Nintendo Wii che voglio trattare.

E’ possibile, come per altre console, eseguire una cosiddetta “modifica” alla console. Ci sono principalmente due gruppi di persone: il primo, soddisfatto di comprare giochi originali, che utilizza questa modifica per poter essere “assicurati” da eventuali danni ai cd (avendo una copia di backup di un gioco che già si possiede che parte senza problemi); il secondo invece la usa (illegalmente tra l’altro) per scaricare le iso e crearne dei dischi non originali evitando di pagare i giochi. Non voglio stare qui a discutere dell’uno o dell’altro genere di persona, ma, a semplice scopo informativo, spiegare come si fa a realizzare una modifica.

Vi sono principalmente 2 tipi di modifica: software e hardware. Da qui deriva il fatto che i metodi utilizzati per modificare il wii sono principalmente questi 3:

– Tramite chip: Modifica hardware. Richiede l’acquisto di un chip che viene installato nell’hardware del wii per eliminare alcune protezioni anti-pirateria. Esistono diversi tipi di chip, ma la maggior parte fa il suo dovere. Per contro bisogna pagare soldi e modificare fisicamente la console.

-Tramite l’uso di “The Legend of Zelda – Twilight Princess”: Un tipo di modifica software, fatta cioè attraverso programmi. Nello specifico, viene sfruttato il gioco “The legend of zelda” per aprire un varco nelle protezioni della console. Non tocca fisicamente la console, ma è gratuito solo idealmente: chi non possiede quello specifico gioco è comunque obbligato ad acqusitarlo (acquisto ugualmente consigliato perchè ne vale davvero la pena! ;-) ).

-Tramite l’uso del “Metodo Bannerbomb”: Sempre una modifica software, che grazie ad alcune operazioni e ad un bug nei popup del Wii riesce a modificarlo. Questo metodo “DEFINITIVO” è l’unico realmente gratuito e che viene continuamente aggiornato (infatti le versioni del Wii sono diverse, il firmware si aggiorna, e di conseguenza bisogna spesso aggiornare anche il procedimento per la modifica).

Volevo darvi qualche dritta sul terzo metodo, che vi permetterebbe di modificare il wii senza spesa alcuna e senza troppi problemi. Per eseguire questa modifica in modo abbastanza chiaro, rapido e sicuro, vi rimando a questo indirizzo:

MODIFICA WII – TUTTE LE VERSIONI – GUIDA COMPLETA: CLICCA QUI

Vorrei inoltre ricordarvi alcune ultime cose:

-Per Wii Sport Resort ci sono problemi in più nel far partire il gioco, leggete l’apposita sezione nella guida.

-Per New Super Mario Bros è come sopra, il procedimento è più complesso.

-Vi ricordo che alcuni giochi hanno dimensioni superiori ai soliti 4,7 GB di un normale DVD (ad esempio Super Smash Bros. Brawl). Dovete scriverli su DVD particolari o, in alcuni casi, potreste trovare versioni ridotte (è stata creata una versione di Super Smash Bros Brawl senza filmati e quindi più leggera, in modo da rientrare nei 4,7 GB.

-NON BISOGNEREBBE AGGIORNARE più la console dopo una modifica, o si rischia di “brickarla”, termine che in rete viene usato per dire che la console si blocca ed è irrecuperabile.

Spero queste informazioni vi siano state utili, e ricordo a tutti che l’articolo è a scopo informativo e non invita in alcun modo a scaricare e utilizzare materiale pirata (e cioè anche avere copie di backup se non avete il gioco ORIGINALE) è CONTRO LA LEGGE.

Buon divertimento a tutti col vostro Nintendo Wii!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest