Multe, verbali, cartelle esattoriali errate: come fare RICORSO onLine!



giudice

Dopo un periodo di sperimentazione in Sicilia, la possibilità di far ricorso onLine (senza quindi doversi presentare subito dal giudice di pace) è stata estesa a tutta la nazione.

E’ possibile fare ricorsi non solo di multe e verbali ingiusti ma anche di cartelle esattoriali, ordinanze del prefetto dovute a violazioni del codice della strada, ordinanze del prefetto dopo aver emesso assegni a vuoto, altre violazioni di competeza del giudice di pace.

Il ricorso attualmente è fattibile in 16 regioni su 20, cioè in quelle regioni dove il giudice di pace ha anche un portale web. In particolare il servizio non è ancora attivo in Sardegna, Umbria, Trentino e Lombardia.

Per fare un ricorso è sufficiente visitare il sito del giudice di pace della propria regione e seguire le indicazioni per portare a termine un ricorso (solitamente c’è un tasto “compila ricorso” e poi si devono compilare dei moduli).

Una volta completati i vari moduli (dove si specificano violazione e provvedimento amministrativo eventuale), è necessario stampare il ricorso e la nota d’ iscrizione a ruolo che dovranno essere ovviamente firmate e datate. Il ricorso dovrà essere stampato in 5 copie! Quindi si spedisce con raccomandata AR presso al giudice di pace competente.

Finita la procedura onLine è necessario controllare la data dell’ udienza (che viene notificata via posta normale ai cittadini che risiedono nello stesso comune del giudice di pace). Chi risiede in altro comune deve verificare (onLine tramite “cerca” sul sito del giudice di pace) o di persona controllando il “deposito in cancelleria”.

In futuro si prevedono ulteriori miglioramenti al servizio che eviteranno l’ invio di raccomandate e sveltiranno ulteriormente le procedure per i ricorsi!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest