Muore Michael Jackson: Il web “quasi” non tiene il colpo!



Anche dopo la sua dipartita il re del pop continua nel suo inarrestabile intento di demolire ogni record. Che adesso riguarda anche il web: Twitter sta rischiando di traballare sotto la coltre di messaggi inviati sulla sua morte e Facebook pare invece che da ieri notte abbia triplicato il suo traffico! Incredibile!

La rete è stata invasa infatti da una serie innumerevoli di notizie, commemorazioni e polemiche, news e smentite. E sono stati chiaramente i social network (primissimi a dare la notizia della sua dipartita) a “risentire” maggiormente di questo incredibile flusso di notizie. I canali più popolari su Twitter sono certamente stati: Rip MJ , MJ’s#michaeljackson. Il flusso dei messaggi è stato certamente fuori la norma è questo ha messo non poco in cresi i sistemi del famoso social network, che pare però abbia ripristinato i tempi di risposta dei server in poco tempo.

Pare addirittura, secondo la società Akamai, che opera nel campo della gestione del traffico di rete, che nelle ore interessate dal diffondersi della notizia della morte di Michael Jackson il traffico internet degli Stati Uniti sia addirittura cresciuto del 20%.

Condizione confermata dalla maggior parte delle testate giornalistiche americane che sfornavano notizie, duellando a colpi di milioni di utenti unici sui loro siti web.

Le parole più ricercate in assoluto su Google nella giornata odierna? Ma ovviamente “Michael Jackson dead”! La storia della musica non sarà più la stessa senza di lui!

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest