Netbook tutta la verità



Il termine netbook indicò una particolare fascia di prodotti di risparmio pensati principalmente per la videoscrittura, la navigazione su Internet e per le più diffuse attività in rete come lo screening video o musicale, l’invio di posta elettronica o la messaggistica istantanea. Il termine fu cognato registrato diversi anni fa da un’azienda britannica quando realizzò un dispositivo per metà computer portatile e per metà di marzo un punto il prodotto non ebbe molto successo quei tempi, o almeno non ebbe successo ottenuto diversi anni dopo dai recenti dispositivi.

Fino a qualche tempo fa alla scelta di un portatile per un utilizzo semplice ricadeva obbligatoriamente su sistemi equipaggiati con componenti di risparmio, il più delle volte pesanti, con dimensioni e perfino non propriamente contenuti più. Con € 500 si portano a casa un dispositivo dotato di processore Intel celeron con display da 15.4 pollici ed un peso ma inferiore ai 2 kg. L’arrivo dei netbook sul mercato è stato accolto con parere positivo dal pubblico principalmente per tre motivi: il primo riguarda il peso, poco superiore al kilogrammo che rende questi prodotti facilmente trasportabili in borsetta con valigia.

Il secondo fattore la durata della batteria che, a seconda dei modelli, permette un’autonomia di utilizzo che va dalle due alle cinque ore continuate, senza necessità di correre alla ricerca disperata di una presa di corrente. Non meno importante il terzo fattore, ovvero il prezzo, considerando che con € 300 si riesce a comprare un valido prodotto dall’estrema facilità di utilizzo e dotato di tutti gli accessori per le operazioni più comuni.

Il mercato è in forte espansione e, in controtendenza rispetto alla crisi economica, questo segmento non conosce battute d’arresto. Per questo, scegliere il netbook giusto sta diventando un’impresa. Non c’è settimana in cui i negozi specializzati non offrono l’ultima meraviglia tecnologica a prezzi stracciati. Al di là del prezzo, prima della scelta va ponderato ogni dettaglio per non trovarsi con un prodotto pagato poco, ma nello stesso tempo poco funzionale. Gli elementi di cui tenere conto per l’acquisto di un nuovo dispositivo non sono pochi, nel prossimo articolo vedremo quali caratteristiche sono da tenere in considerazione.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest