Network Usb Hub :tutti in rete con Belkin



belkin-nw-usb-hub.jpgAd oltre 10 anni dall’introduzione sul mercato,l’USB è a pieno titolo lo standard più utilizzato per l’interconnessione di periferiche al personal computer. Il successo del bus seriale lanciato nel 1997 ha portato alla proliferazione di dispositivi compatibili, a partire da mouse e tastiera, passando per stampanti e le unità ottiche, ai dischi esterni, e persino alle televisioni.

Su desktop e notebook sono così fatalmente scomparse porte seriali e parallele, a favore di un numero sempre maggiore di interfacce Usb; nonostante questo,uno dei problemi più ricorrenti per gli utenti di PC è l’insufficienza delle porte di connessione, tanto che spesso non si può fare a meno di un hub per moltiplicare il numero di periferiche collegate. Non di meno, spesso ci si trova di fronte al problema opposto: poche periferiche disponibili per tanti personal computer. Si pensi ad esempio ad una casa o ad un piccolo ufficio con due o più PC che debbono in qualche modo condivider stampanti, dischi esterni. Certo, la soluzione ideale per questo tipo di necessità sono i dispositivi di rete, ma Nas e print server non sono economici come le rispettive controparti, mentre altri apparati, come lettori ottici, semplicemente non sono disponibili con interfaccia Ethernet.

Una soluzione a questi problemi è rappresentata dal Network Usb Hub di Belkin,1’adattatore che permette di collegarsi sino a 15 periferiche alla rete locale. Fisicamente l’apparato ricorda un Mac Mini, con il quale condivide l’altezza e profondità; è però molto più sottile, con uno spessore di soli 18 mm e una superficie superiore piatta, chiaramente pensata per l’appoggio di un altro dispositivo.L’Hub Belkin trova infatti la sua collocazione ideale sotto il router wireless di casa, grazie al quale può estendere l’accesso alle periferiche collegate non sono verso i pc Capriati ma anche verso i terminali senza figli. L’apparato è munito di cinque porte: due frontali e tre posteriori, posti di fianco all’interfaccia Ethernet. Sfruttando dei comuni hub usb in cascata è possibile collegare sino a 15 periferiche, anche se bisogna sottolineare, che alcuni dispositivi come le stampanti multifunzione possono essere interpretate dal basso.

 L’installazione del dispositivo è immediata: dopo aver lanciato l’unita alla rete locale è sufficiente caricare il software di controllo su ciascuno dei PC dal quale si desideri accedere alle periferiche; nel CD incluso nel pacchetto l’utility è presente in versione Windows XP e vista, ma sul portale della casa produttrice potete anche trovare il software aggiornato per Mac. La guida on-line illustra inoltre le procedure per il funzionamento con i principali software di protezione di terze parti.Tutti i dispositivi collegati sono visti del sistema operativo come se fossero attaccati direttamente  ad una porta locale. In conclusione questo modello è nel complesso un prodotto funzionale e semplice da utilizzare, risolve brillantemente colmi di condivisione delle periferiche da parte di più personal computer e non presenta particolari problemi nell’utilizzo con dispositivi standard. I limiti evidenziati durante le prove non fanno che accentuare l’unico grande difetto che affligge il nostro parere: la mancanza di una lista di compatibilità aggiornata che permette di valutare l’acquisto sulla base del periferiche in proprio possesso.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest