Niente doodle per il Palio di Siena… per fortuna



Google, in occasione di particolari eventi, può decidere di sostituire il logo aziendale nelle home page del motore di ricerca con una variante tematica attinente all’evento interessato, al fine di celebrare tale evento. A volte i doodle sono delle semplici immagini statiche rappresentanti il logo di Google con altri colori e motivi grafici diversi, altre volte sono elementi dinamici, se non dei veri e propri applicativi interattivi con i quali l’utente può interagire.

Oggi, a Siena, si tiene, come ogni anno, il Palio dell’Assunta. Una corsa tradizionale che vede in competizione i cavalli di ogni contrada. Per molti un evento atteso tutto l’anno, per altri l’ennesimo sfruttamento e abuso nei confronti degli animali. Non sono rari i casi in cui si verificano cadute che portano anche alla morte dell’animale. Analogo il caso, dal punto di vista culturale, a quello della corrida spagnola. Viene spontaneo chiedersi come sia possibile che barbare tradizioni sopravvivano anche in un’epoca in cui potrebbero tranquillamente essere rievocate senza cagionare maltrattamenti degli animali, anche estremi.

Viviamo nell’epoca della comunicazione globale e della tecnologia più avanzata mai raggiunta, ma purtroppo alcune espressioni della più radicata barbarie ancora sopravvivono. Google, a mio parere, ha fatto molto bene a non segnalare l’evento dedicando un doodle, anche se, a qualcuno, l’idea sarà pure passata per la testa.

Annunci sponsorizzati:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter!
Pinterest